Valcamonica, padre coltiva marijuana, figlia la spaccia a scuola

0

L’ultima “fumata” nei bagni di una scuola superiore in Valcamonica prima delle vacanze natalizie è stata decisiva per identificare una studentessa di 15 anni spacciatrice. I carabinieri di Darfo Boario Terme avevano già ricevuto delle segnalazioni simili dall’istituto e quindi lo hanno tenuto sott’occhio. Fino agli ultimi giorni precedenti alle feste quando alcuni ragazzi sono stati beccati nelle toilette mentre fumavano marijuana.

Così i militari hanno voluto approfondire l’attività investigativa che li ha portati a scoprire come la pusher fosse la 15enne. Successivamente i controlli si sono estesi alla sua casa, trovando ben altro. Nella sua camera da letto c’erano 11 grammi di marijuana pronti allo spaccio. Ma all’esterno dell’abitazione c’era anche un orto coltivato dal padre, un cuoco 51enne italiano. Peccato che tra i vari ortaggi ci fossero diverse piante di canapa.

Il sopralluogo ha portato a scoprire anche un essiccatoio nella caldaia. Durante l’operazione i militari hanno sequestrato 200 grammi di “maria” e 1.000 euro in contanti ritenuti provento dell’attività di spaccio. Per i due sono scattate le manette. Il tribunale dei minori di Brescia ha disposto per la giovane l’obbligo di stare in casa, mentre il padre è stato rimesso in libertà in attesa del processo. La madre sembra essere estranea alla vicenda.