Brescia, richiesta revisione per Alberto Stasi. Pg: “Valuteremo carte”

0

Il caso del delitto di Chiara Poggi, a Garlasco, in provincia di Pavia, con la condanna del fidanzato Alberto Stasi, è arrivato a una svolta nel momento in cui i legali del giovane, attraverso una perizia, avrebbero accertato la presenza del dna di un’altra persona sul corpo della ragazza. Sotto le unghie della vittima, infatti, sarebbe stata trovata una traccia genetica di Andrea Sempio, un amico del fratello di Chiara Poggi.

Alla luce delle novità, ancora tutte da confermare, i legali di Stasi hanno inviato alla procura di Brescia i documenti con cui chiedere la revisione del processo per il loro assistito. Infatti, la sede bresciana è quella deputata per affrontare la vicenda giudiziaria. Tutto il materiale è stato mandato al giudice Enrico Fischetti, presidente della Corte d’Appello di Brescia.

“Nei primi giorni di gennaio valuteremo le carte del caso Garlasco per un giudizio sulla richiesta di revisione” ha commentato il procuratore generale Pier Luigi Maria Dell’Osso. L’udienza non è stata ancora fissata.