Inquinamento e smog, a Brescia polveri sottili oltre i limiti da venti giorni

0

E’ ancora inquinata l’aria in Lombardia. Nella maggior parte delle città le polveri sottili restano al di sopra del limite dei 50 microgrammi per metro cubo, nonostante alcune piogge e le prime nevicate. Secondo quanto scrive Askanews, ieri le centraline dell’Arpa hanno registrato valori ancora alti. La prima soglia del “Protocollo per l’attuazione di misure temporanee per il miglioramento della qualità dell’aria” è stata oltrepassata nel bresciano dove per venti giorni consecutivi si sono superati i limiti di smog.

Nella bergamasca e a Monza si è arrivati a 17, in provincia di Como 8 giorni e in quelle di Cremona, Lecco, Milano e Pavia dove la concentrazione è di nuovo tornata sopra la soglia. Nelle province di Lodi, Varese e Mantova non si è ancora arrivati alla prima soglia in cui scatterebbero le misure antinquinamento. Brescia, invece, per la prima volta ha superato persino la seconda soglia con un giorno di polveri sottili oltre i 70 microgrammi (ieri 73).

Poi ci sono Bergamo e Cremona con 63, Milano a 62 e Monza Brianza con 61. Sempre secondo l’agenzia, il meteo prevede per domani, mercoledì, piogge deboli e sparse e venti moderati in pianura che potrebbero far abbassare il livello di polveri sottili. Ma questa condizione dovrebbe durare poco, perché nel pomeriggio e fino a giovedì è previsto un miglioramento.