Sicurezza, operazione “Smart” in provincia, ritirate 55 patenti

0

L’assessore lombardo alla Sicurezza, Protezione civile e Immigrazione Simona Bordonali sabato sera ha lanciato l’operazione “Smart” condotta durante la notte da 189 agenti della Polizia locale in 56 comuni della provincia. 3.368 i veicoli controllati, 1.195 i conducenti sottoposti a test alcolemico, di cui 37 positivi, 673 verbali a causa di infrazioni al codice della strada, 55 patenti ritirate, 17 veicoli sottoposti a fermo o sequestro e due incidenti rilevati. “Smart” è un’operazione di prevenzione dei rischi urbani per ridurre l’incidentalità degli illeciti ambientali, dell’esercizio abusivo o irregolare di attività commerciale e dei danneggiamenti a strutture pubbliche e disturbo alla quiete.

“La Regione ha stanziato 120 mila euro per questa operazione in provincia, volta a reprimere i comportamenti scorretti, ma soprattutto a prevenire eventuali situazioni di pericolo ed evitare così le stragi del sabato sera” ha detto l’assessore che al comando della Polizia locale di Brescia, in via Donegani, ha salutato i 56 comandanti delle polizie locali coinvolte recandosi al posto di blocco in via Valcamonica, in città. “Ringrazio tutti gli agenti che hanno partecipato, lavorando fino a notte fonda, i sindaci che hanno aderito e le forze dell’ordine che hanno collaborato. In provincia di Brescia nel 2015 si sono registrati 3.250 incidenti stradali con lesioni a persone.

Hanno provocato la morte di 89 persone e il ferimento di altre 4.515. Numeri preoccupanti che ci inducono a intervenire. Abbiamo investito in sicurezza delle infrastrutture e in educazione stradale, è necessario tuttavia anche un capillare presidio del territorio” ha aggiunto. Venerdì l’operazione si era svolta in provincia di Milano e sabato a Brescia. Due attività straordinarie che hanno portato a controllare oltre 4 mila veicoli in totale e per le quali la Regione ha investito 200 mila euro. “Per noi la sicurezza dei lombardi è una priorità assoluta e continueremo a destinare risorse nonostante i tagli massacranti del governo centrale” ha concluso l’assessore Bordonali. Per l’operazione sono stati utilizzati 14 telelaser, 25 etilometri, 13 drug tester, 8 unità mobili, 81 automobili e 9 moto.

La Polizia locale di Brescia ha effettuato un controllo antiprostituzione, identificando 34 persone dedite al meretricio, 5 controlli a esercizi commerciali e 3 controlli a centri massaggi, con quattro sanzioni. La Polizia di Montichiari ha denunciato una persona per ubriachezza molesta. Quelle di Rezzato e Passirano hanno recuperato due veicoli compendio di furto. La Locale di Desenzano ha denunciato due conducenti per targhe false e uno per detenzione di droga e arma bianca. Quella di Roncadelle ha effettuato un intervento su richiesta dei carabinieri per una persona in stato confusionale seduta a lato della strada.

Tutti i comuni coinvolti da “Smart”: Brescia, Botticino, Calvagese, Muscoline, Castelcovati, Comezzano Cizzago, Cortefranca, Darfo Boario Terme, Desenzano del Garda, Lonato Del Garda, Bedizzole, Calcinato, Gavardo, Leno, Seniga, Pralboino, Pavone Del Mella, Lumezzane, Sarezzo, Marone, Sulzano, Mazzano, Nuvolento, Nuvolera, Montichiari, Ghedi, Visano, Acquafredda, Isorella, Montirone​, Passirano, Rezzato, Rodengo Saiano, Roncadelle, Castel Mella, Rovato, Coccaglio, Cologne, Rudiano, Salò, Puegnago, Polpenazze, San Felice Del Benaco, Vallio Terme, Sirmione, Toscolano Maderno, Borno, Breno, Cividate, Malegno, Niardo, Ossimo, Manerba Del Garda, Moniga, Padenghe e Soiano Del Lago.