Vilminore (Bg), in Comunità montana si apre lo spazio sui tronchi fossili

0

Martedì 20 dicembre alle 14,30, al palazzo Pretorio di Vilminore di Scalve in via Acerbis, in provincia di Bergamo, sede della Comunità montana di Scalve, sarà inaugurato lo spazio espositivo “I tronchi fossili di Vilminore di Scalve. La foresta travolta e conservata dai ghiacciai”. Quali segreti custodiscono gli alberi?

L’iniziativa è del Parco delle Orobie Bergamasche e si tratta di un allestimento nato da un progetto di ricerca con il comune e il Bacino Imbrifero Montano dell’Oglio per comprendere il valore dei tronchi fossili nella storia della Valle di Scalve, fornendo così un contributo alla conoscenza delle antiche glaciazioni e alle conseguenze da queste prodotte sulla flora bergamasca. A illustrare lo spazio e i risultati della ricerca, con le scoperte riguardanti la storia naturale, geologica, ambientale e climatica della Valle di Scalve e delle Alpi, interverranno diversi relatori.

Tra loro Franco Belingheri presidente della Comunità montana di Scalve, Pietro Orrù sindaco di Vilminore, Yvan Caccia presidente del Parco delle Orobie Bergamasche, Giovanni Toninelli vicepresidente del Consorzio Bim Oglio, poi Gioachino Zenoni, Giovanni Monegato e Cesare Ravazzi del Cnr e Giovanni Leonelli dell’università Milano Bicocca. Tutti moderati da Davide Tondini. L’iniziativa nasce in coerenza con i Centri Parco realizzati nell’ambito di azioni di promozione del turismo sostenibile nei contesti montani di particolare rilevanza naturalistica e paesaggistica.