Smog, da sabato a Brescia ferme anche euro 3 diesel. Le limitazioni

0

Le belle giornate, dal punto di vista meteorologico, di queste ore in Lombardia e in pianura padana portano come effetto anche le fitte nebbie. Che di conseguenza alzano il livello dell’inquinamento da polveri sottili nell’aria. Tanto da superare i limiti consentiti (oltre 50 grammi per metro cubo e per sette giorni consecutivi) e così al Pirellone si stanno adeguando.

“In relazione al superamento continuativo del valore dei limiti massimi di pm 10 registrato in questi giorni – si legge in una nota dell’assessore all’Ambiente Claudia Terzi – si sono attivate le misure temporanee di primo livello previste dal protocollo Aria per i Comuni di Brescia, Cremona e Mantova, San Giorgio di Mantova e Bigarello”. Le province di Milano, Bergamo, Monza e Brianza, Pavia, Lodi e Varese potrebbero vedersi coinvolte dalle limitazioni da domenica 11 dicembre nel caso in cui anche domani, sabato, si superassero i livelli di polveri.

Per quanto riguarda il comune di Brescia, sulla base del protocollo regionale è stata emessa un’ordinanza apposita. E oggi era in programma l’incontro con altri trentotto sindaci dell’hinterland per capire chi avesse aderito. A Brescia città da domani, sabato 10, oltre ai veicoli euro 0 benzina, diesel euro 0, 1 e 2 (tutti già coinvolti durante la settimana), dalle 9 alle 17 non potranno muoversi nemmeno i diesel euro 3 non dotati del filtro anti particolato. Limitato al periodo dalle 7,30 alle 9,30 per chi trasporta merce. A questo si aggiunge la riduzione di un grado (da 20 a 19) per il riscaldamento, il divieto di sostare con il motore acceso, niente smaltimento di biomasse legnose e porte dei negozi chiusi.