Milano, il 16 dicembre ultimo incontro di Gioin sull’innovazione

0

Il Gasperini Italian Open Innovation Network (Gioin), primo network dedicato all’open innovation, chiude il ciclo degli appuntamenti per quest’anno a Milano venerdì 16 dicembre, affrontando il tema “Finanza e Tecnologia”. E’ un’iniziativa di Digital Magics, business incubator che si rivolge alle imprese che intendono comprendere come fare innovazione tramite talenti, startup e pmi innovative. La rivoluzione che ha coinvolto il sistema bancario con nuovi sistemi di pagamento, i prestiti online, la raccolta di finanziamenti attraverso le piattaforme digitali: la tecnologia applicata al mondo della finanza rappresenta un settore che sta crescendo a doppia cifra in tutto il mondo.

Startupper, esperti di settore, top manager e imprenditori si confronteranno sul tema “Finanza e Tecnologia: un binomio dirompente” nel campus di coworking Talent Garden Milano Calabiana. Interverrà e modererà Andrea Cabrini direttore di ClassCnbc. I relatori saranno Fabrizio Barini head of business development di Intermonte SIM, Marco Belmondo head of business development & marketing di Epic SIM, Giangiacomo Olivi partner e head of intellectual property & technology studio legale DLA Piper, Ugo Domenico Calò partner e head of financial services sector studio legale DLA Piper.

Poi Daniele Loro ceo di Prestiamoci, Giuseppe Di Marco country manager Italy di Soldo, Pasquale Cautiero fondatore e ceo di Profilo Assicurativo, Ignazio Rocco di Torrepadula ceo di Credimi ed Elena Scaglia business development manager di FinReach. A introdurre l’incontro saranno Alberto Fioravanti fondatore e presidente esecutivo di Digital Magics, Marco Gay vicepresidente esecutivo e Layla Pavone amministratore delegato per l’industry innovation. A conclusione dell’evento seguirà un aperi-matching con Soldo, startup che ha sviluppato il primo “conto spese multi-utente” per tenere sotto controllo le finanze familiari utilizzando carte MasterCard da dare a tutti i componenti del nucleo familiare (figli, tate, collaboratori domestici, ecc.).

Il 16 dicembre è l’ultimo dei sei appuntamenti del Gion per l’anno, ideato per approfondire le opportunità offerte dal paradigma dell’open innovation, capire come fare innovazione di processi, prodotti e servizi utilizzando le piattaforme digitali e le tecnologie esterne, ma soprattutto creando sinergie con le startup innovative. L’incontro è focalizzato, infatti, sulla condivisione di esperienze concrete e di “case history”, coinvolgendo imprenditori e startupper che stanno mettendo in pratica l’open innovation nei loro settori. Gioin nasce da un’idea di Enrico Gasperini, fondatore di Digital Magics e pioniere nell’innovazione, scomparso prematuramente lo scorso novembre.

Offre alle aziende percorsi di informazione, formazione e condivisione per accedere a strumenti di supporto e stimoli per la ricerca di soluzioni non convenzionali, fondamentali per affrontare la sfida dell’innovazione, migliorare i processi industriali, generare valore e ideare nuovi prodotti e servizi, attraverso le startup innovative digitali. Scopo del Gioin è formare gli innovation officer del futuro all’interno delle imprese. L’agenda dettagliata dell’evento è sul sito internet. Gioin è realizzato con MF-Milano Finanza. Partner dell’evento sono Contactlab, Boraso, QVC Italia, Talent Garden, DLA Piper e Dol.