Pisogne, donna trovata morta nel lago d’Iseo. Ipotesi del suicidio

0

Ieri pomeriggio, venerdì, intorno alle 17 a Pisogne, in Valcamonica, in località Toline, è stato trovato il cadavere di una donna tra i 45 e 55 anni nelle acque del lago d’Iseo. La zona è quella sottostante la galleria Trentapassi e la salma è stata notata galleggiare da parte di una signora che stava percorrendo la vicina pista ciclabile.

Il corpo, non ancora identificato, ha una corporatura magra, capelli corti castano scuri, altezza 1,70 metri circa, una protesi al seno, sopracciglia e labbra tatuate, senza anelli, bracciali, collane e orecchini, priva di documenti di identità. Vestiva un maglione blu scuro, camicia di colore chiaro e pantalone scuro. A pochi metri di distanza, sulla pista ciclabile, sono stati trovati un paio di stivaletti camosciati verdi scuro con tacchi e chiusura lampo, un piumino lungo nero e una borsetta nera con brillantini, probabilmente riconducibili alla salma.

Recuperata dai vigili del fuoco e ricomposta alla camera mortuaria dell’ospedale di Esine. L’esame necroscopico esterno non ha evidenziato segni di violenza, per cui è verosimile l’ipotesi del suicidio. Il profilo fisico dettagliato della donna è stato comunicato dai carabinieri della compagnia di Breno che stanno indagando. Al momento, infatti, non è stato ancora possibile dare un nome al corpo e qualcuno potrebbe riconoscerla. Nelle caserme locali non è arrivata alcuna denuncia del genere.