Pisogne, barista aggredita di notte da pregiudicato con le forbici

0

La notte di giovedì scorso a Pisogne, in Valcamonica, i carabinieri di Artogne con quelli di Piancogno e Lovere hanno arrestato D. A. A. J. 43enne brasiliano, pregiudicato, tossicodipendente, transessuale dedito alla prostituzione e clandestino. E’ domiciliato a Pian Camuno. E’ finito in manette per tentato omicidio, aggravato dalla premeditazione dei futili motivi, a scopo di rapina.

L’uomo in un bar del paese ha aggredito la titolare, D. A., 57enne di Pian Camuno colpendola ripetutamente in varie parti del corpo con un paio di forbici. La vittima, riuscita a sottrarsi all’aggressione, è poi fuggita in strada chiedendo l’intervento delle forze dell’ordine. Soccorsa e trasportata all’ospedale di Lovere, le sono state riscontrate varie ferite superficiali da taglio, giudicate guaribile in venti giorni e poi dimessa.

Dopo un controllo al proprio locale, si è accorta che mancavano 250 euro dal registratore di cassa. L’uomo è stato poi rintracciato dai militari che lo hanno arrestato al pronto soccorso dell’ospedale di Esine dove si era recato per farsi curare le lievi escoriazioni procurate durante l’aggressione. Ieri mattina l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto, riconoscendo tutti capi d’accusa e le aggravanti disponendo nei suoi confronti la detenzione in carcere.