Gavardo e Puegnago, notte di furti ai bancomat. Indagini dei carabinieri

0

Le bande dei furti ai bancomat sono ancora entrate in azione due volte nella notte per una spirale che sembra non finire mai. Un episodio è avvenuto intorno alle 4 a Gavardo, in Valsabbia, dove i malviventi hanno raggiunto la filiale della Cassa rurale Adamello-Brenta di piazza Aldo Moro. Il gruppo criminale è arrivato a bordo di un’auto rubata. Prima sembra che abbiano piazzato dell’esplosivo sullo sportello, ma questo avrebbe retto all’impatto.

A quel punto hanno usato la vettura come ariete e sfondato la vetrata d’ingresso. Il punto di prelievo è andato distrutto, ma l’incasso è rimasto intatto e i ladri sono riusciti a fuggire. Probabilmente su un’altra auto, ma i carabinieri indagano. Il secondo episodio si è verificato a Puegnago del Garda, allo sportello bancomat del municipio in piazza don Giuseppe Baldo. Un’altra banda, diversa da quella valsabbina, è riuscita a entrare nel palazzo comunale. Forse sfruttando il fatto che ieri sera ha chiuso più tardi per i preparativi in vista del referendum di domani.

Quindi si sarebbero infilati prima della chiusura, accedendo alla stanza che ospita il denaro del bancomat. Con un flessibile hanno tagliato la cassaforte e preso il bottino, poi rovistato tra gli uffici prima di fuggire. Nel momento in cui sono scappati, però, si è attivato l’allarme che ha richiamato l’attenzione dei residenti. Sul posto sono intervenuti i carabinieri e insieme al personale del comune hanno verificato se fossero stati rubati documenti elettorali. Tanto che i cittadini, stamattina all’apertura straordinaria, hanno dovuto attendere fuori dal palazzo. Immagine di archivio