Castelcovati, abusi su una 87enne, scarcerato rumeno. “Tracce non sue”

0

Ieri, lunedì, è stato scarcerato il 32enne di origine romena che era stato arrestato ai primi giorni di ottobre per una presunta violenza sessuale commessa ai danni della vicina di casa di 87 anni a Castelcovati, nella bassa bresciana. I test scientifici disposti sulle lenzuola del letto dell’anziana per trovare tracce biologiche dopo il rapporto violento hanno accertato che non sono quelle dell’uomo.

Il 32enne è rimasto per circa quaranta giorni in carcere, tra Canton Mombello a Brescia e l’istituto di Pavia da dove ieri è stato liberato. La procura di Brescia e il braccio operativo dei carabinieri di Chiari stanno continuando le indagini per identificare lo stupratore. Le lesioni riportate dall’anziana, infatti, sono ritenute dai medici come compatibili con una violenza sessuale, che quindi c’è stata.

Prima di scagionare completamente il 32enne, si attendono i risultati dei test disposti sul coltello e sulla torcia usati dall’aggressore. L’uomo si è sempre proclamato innocente, mentre l’anziana al contrario l’ha ritenuto il responsabile.