Lumezzane, nuovi vertici di Confartigianato. Presidente Ivano Salvatti

0

Nei giorni scorsi sono stati rinnovati i rappresentanti del consiglio di mandamento di Lumezzane per la Confartigianato di Brescia e Lombardia Orientale. Il nuovo presidente eletto è Ivano Salvatti, che succede a Flavia Caldera attuale presidente del Gruppo Donne Imprese Lombardia e che resta nel consiglio con la carica di vicepresidente. A completare la squadra ci sono molti volti nuovi, con la precedenza a donne e giovani imprenditori: Luisa Prandelli, Roberto Fogli, Giorgio Bonomi, Fausta Ghidini e Carlo Fracassi.

Un consiglio che rispecchia la conformazione economica locale, rilevante nel settore della meccanica e lavorazione dei metalli. Ivano Salvatti porterà avanti il lavoro sin qui svolto da Flavia Caldera e le istanze delle imprese, in particolare legate al credito, con visite periodiche insieme al presidente provinciale Eugenio Massetti. Ivano Salvatti, 52 anni, titolare della Fratelli Salvatti Snc fondata nel 1980 e attiva nella lavorazione metalli, è stato per due mandati nel consiglio di mandamento di Lumezzane ed è membro di giunta della Confartigianato di Brescia.

Ma anche membro della consulta per l’associazione nel Comune di Lumezzane. La sezione valgobbina è una delle più attive e radicate nell’intera provincia. Sono oltre 300 gli imprenditori artigiani soci che ruotano intorno alla sede di via Madre Seneci e vivaci nell’organizzazione di incontri e attività che proseguiranno con la nuova guida, da “Girls’ and Boys’ Day per i percorsi di alternanza scuola-lavoro con gli istituti scolastici e lo speciale premio di laurea di Confartigianato.