Provaglio d’Iseo, cinque giorni benefici con il festival “Carta della Terra”

0

La “Carta della Terra” è un documento che la Fondazione Cogeme Onlus ha adottato come linea guida per i progetti rivolti alle amministrazioni locali e alle scuole del territorio della Franciacorta. Una circolarità di legami riconfermata anche per la seconda edizione del festival omonimo che vede ampliare la rete di collaborazioni a sedici comunità. Uno sforzo organizzativo per arricchire il panorama culturale bresciano e sensibilizzare sui principi ispiratori dell’economia circolare grazie anche a focus specifici sulle pratiche del riuso. Un modello da esportare e diffondere, così come si fece nella passata edizione dedicata allo spreco alimentare, per migliorare la qualità della vita dei cittadini con buone pratiche, laboratori, letture e spettacoli teatrali.

L’evento è patrocinato dalle Acli provinciali, Aob2 Provincia di Brescia, l’ufficio scolastico provinciale, AOB2, Cogeme Spa, il gruppo LGH, il network Bresciapiù, Terra della Franciacorta e la rete Bibliotecaria bresciana con i sistemi sud e ovest bresciano. Anche il Comune e l’istituto comprensivo di Provaglio d’Iseo hanno risposto alla chiamata della Fondazione Cogeme e, con le associazioni operanti sul territorio, hanno dato vita a una kermesse da cinque giorni fitta di appuntamenti per grandi e piccini. Si comincia venerdì 28 ottobre alle 18 con un eco-aperitivo e la presentazione del progetto “Africa” di padre Silvestro Bettinsoli, un missionario della Consolata che opera da quarantanni in Tanzania e che sogna di risollevare almeno in parte dalla miseria la popolazione africana.

Sabato e domenica le associazioni, ciascuna secondo la propria vocazione, creeranno un vero e proprio circolo per la solidarietà: musica, arte, sport, teatro, solidarietà e cucina. Un appuntamento per i bambini sarà lunedì alle 15 con il mercato del gioco e della solidarietà: riuso, scambio, baratto di giochi e giocattoli che non si usano più, di un pallone, di un disegno di qualcosa che si vuole lasciare per chi ne ha bisogno. Alle 19, in concomitanza con la festa di Halloween, streghe, maghi di Hogwarts, fantasmini e draghetti si cimenteranno in una gara di raccolta di caramelle e dolcetti. Tutto quanto verrà donato ai bambini bisognosi. L’azione solidale che si svolgerà interamente in piazza del Chiosco si concluderà martedì 1 novembre. Alle 10 il gruppo degli ortisti venderà i prodotti agricoli frutto del loro lavoro e, attraverso una mostra fotografica allestita per l’occasione, racconterà l’esperienza di condivisione in corso da quattro anni.

“Sono davvero soddisfatto della risposta ricevuta da tutte le associazioni – sostiene il sindaco Marco Simonini, coordinatore locale per l’occasione – i provagliesi sono persone concrete, molto attive e disponibili, soprattutto quando c’è da fare del bene e aiutare gli altri. Spero che questo sia solo l’inizio di una fruttosa e propositiva collaborazione”. Nel rispetto del tema di quest’anno, l’economia circolare e il riuso, tutto quanto raccolto verrà fatto circolare e riutilizzato dai provagliesi o naturalizzati in Africa da padre Bettinsoli, in Equador da Giovanni e Silvia Borghesi, in Brasile da suor Deborah Damiolini e suor Serafina Delledonne, in Perù da Laura Borghesi e in Ucraina dagli operatori volontari dell’Asip.

PROGRAMMA DEL FESTIVAL