Gavardo, abusa della figlia minorenne, arrestato “padre-orco”

0

Per diversi anni ha violentato la figlia non ancora maggiorenne. Per questo motivo due giorni fa, martedì, un 40enne valsabbino residente a Gavardo è stato arrestato dai carabinieri. I militari si sono presentati alla sua porta e gli hanno notificato la misura di custodia cautelare ai domiciliari firmata dal giudice e in vista dell’interrogatorio cui l’uomo sarà sottoposto. La triste vicenda sarebbe partita alcuni anni fa, nel momento in cui la ragazzina e il padre si trovavano in casa da soli. L’uomo avrebbe avuto più volte un’attenzione morbosa, aldilà dell’affetto, nei confronti della familiare.

Tanto da toccarla anche nelle parti intime. La situazione sarebbe andata avanti per diverso tempo, finché la giovane non ha avuto il coraggio di confidarsi con un dirigente della squadra di calcio in cui milita. Quel racconto della ragazza lo ha indotto a denunciare la situazione ai carabinieri. Così si è tolto il velo su una vicenda che ha portato la procura e i militari a indagare sull’uomo. Tra le testimonianze, è stata sentita anche la stessa vittima che ha confermato le vessazioni subite per opera del padre.

A quel punto alla procura non è servito altro che chiedere provvedimenti al giudice, poi notificati al padre-orco. Quando i carabinieri hanno raggiunto l’abitazione dell’uomo, che è allenatore di una squadra di calcio provinciale, la ragazza non c’era. Prima che arrivasse l’arresto, infatti, il tribunale dei minori l’aveva trasferita in una comunità protetta. Così la giovane è stata allontanata dal familiare violento, ma anche dalla madre. Proprio la donna ha sempre appoggiato il marito, smentendo, al contrario, le accuse della figlia.