Valcamonica, in manette ubriaco violento a Darfo e spacciatore a Esine

0

Nei giorni scorsi a Breno ed Esine, in Valcamonica, i carabinieri della compagnia brenese sono intervenuti per due operazioni nell’ambito dei controlli per fermare lo spaccio di sostanze stupefacenti, ma anche per calmare un cliente troppo agitato. Lunedì a Esine, durante il servizio contro la droga, i carabinieri locali hanno arrestato in flagrante per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti S. V., 28enne italiano, disoccupato e residente in paese.

Dopo essere stato perquisito, è stato trovato con 147 grammi di hashish (di cui grammi 50 già confezionati in dosi pronte per la vendita) e 41 grammi di marijuana, quattro bilancini di precisione e materiale per confezionare la droga. L’arresto è stato convalidato dall’autorità giudiziaria e l’uomo rimesso in libertà in attesa del processo.

La stessa sera, ma in un’altra circostanza, al Bar Autostazione di Darfo Boario Terme, i carabinieri di Breno con quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia, hanno messo le manette per resistenza a pubblico ufficiale a B. I., 38enne tunisino, disoccupato, residente a Costa Volpino, in provincia di Bergamo, regolare e pregiudicato.

Ubriaco, ha minacciato i titolari e i dipendenti del bar pretendendo di bere gratuitamente ed è stato prima bloccato da un carabiniere fuori dal servizio e che si trovava nel locale. Poi dai colleghi giunti sul posto. Il 38enne ha aggredito i militari ferendo due di loro. L’arresto è stato convalidato e l’uomo sottoposto ai domiciliari a Costa Volpino in attesa del processo.