Bassa Bresciana, quattro arresti per furto ed evasione dai domiciliari

0

I carabinieri della compagnia di Verolanuova hanno svolto una serie di controlli straordinari in una settimana nella bassa bresciana. A Orzinuovi hanno arrestato un rumeno, L. G., 24 anni, per tentata rapina. Il giovane, con un complice, ha prima manomesso i sensori d’allarme di una porta antipanico al supermercato Iper Simply per non farli scattare, poi ha raggiunto le corsie del supermercato con un carrello nel tentativo di rubare bottiglie di superalcolici. Il personale del negozio ha però notato i due rumeni che si aggiravano e quando l’addetto alla sicurezza si è avvicinato a loro, i due malfattori si sono dati alla fuga sferrando gomitate e spintoni.

I militari sono intervenuti e hanno bloccato il 24enne, mentre il complice è riuscito a dileguarsi. Portato prima nel carcere di Canton Mombello a Brescia, poi sottoposto ai domiciliari dopo la convalida del fermo. In un’altra occasione, è finito in manette e in carcere un egiziano, M. B. di 21 anni, che era stato processato per direttissima pochi giorni fa per essere evaso dai domiciliari. Dopo i controlli effettuati dai carabinieri del posto, sono state rilevate altre infrazioni commesse dal giovane. Il giudice gli ha così revocato il beneficio e disposto il trasferimento dietro le sbarre. In un’altra operazione, due marocchini di 18 e 39 anni regolari e residenti in provincia di Trento sono stati beccati mentre si aggiravano senza motivo tra le case di Verolanuova.

Controllati da parte di una pattuglia attiva sul posto, sono stati trovati con vari arnesi da scasso e uno dei due aveva anche precedenti per spaccio. I due avevano l’intenzione di commettere furti nelle case e, invece, sono stati accompagnati alla caserma dei carabinieri di Verolanuova. Gli attrezzi sono stati sequestrati e i due denunciati all’autorità giudiziaria. Non potranno più tornare nel paese della bassa bresciana.