Premio Nobel, Letteratura a Bob Dylan. “Nuova espressione poetica”

0

Bob Dylan ha messo la cosiddetta ciliegina sulla torta di una carriera meravigliosa aggiudicandosi il Premio Nobel per la Letteratura. Ad annunciarlo nel pomeriggio è stato il Comitato per i Nobel di Stoccolma e la decisione ha trovato l’assoluto appoggio dei presenti al momento dell’annuncio pubblico, che hanno tributato il cantautore del Minnesota con un boato e un applauso.

La vittoria di Dylan arriva a vent’anni dalla prima candidatura, datata 1996 e proposta dal prof. Gordon Ball, e riporta il massimo riconoscimento per meriti artistici negli Stati Uniti, dove mancava dal 1993, anno in cui fu insignito del premio Toni Morrison. Secondo l’Accademia Reale Svedese, l’artista americano ha «creato una nuova espressione poetica nell’ambito della tradizione della grande canzone americana». Elevare la musica allo status di poesia, dunque: un merito che in pochi possono vantare, soprattutto nell’ambito della canzone popolare, cui in pochi pensavano che fosse attribuibile un Nobel.

Robert Allen Zimmermann, nome con cui Bob Dylan è registrato all’anagrafe, è un cantautore statunitense nato a Duluth, in Minnesota, il 24 maggio 1941. Icona del pop e della canzone americana, Dylan è stato riconosciuto come uno dei più influenti e innovativi artisti della contemporaneità. È infatti colui che, probabilmente, ha introdotto la pratica del videoclip in musica con Subterranean Homesick Blues (1965), è autore del primo album doppio della storia del rock Blonde non Blonde (1966) ed è l’indiscusso ideatore del folk-rock.

Inoltre, il premio Nobel non è l’unico riconoscimento importante di cui il cantautore statunitense è stato insignito nel corso della sua carriera lunga mezzo secolo. Dylan, negli anni, ha infatti vinto anche il Grammy Award per la carriera nel 1991, il Polar Music Prize (da molti ritenuto l’equivalente del Nobel in musica) nel 2000, il Premio Oscar nel 2001 (per la canzone Things Have Changed, dalla colonna sonora del film Wonder Boys, per la quale si è aggiudicato anche il Golden Globe), il Premio Pulitzer nel 2008, la National Medal of Arts nel 2009, e la Presidential Medal of Freedom nel 2012.

Il premio per meriti artistici e letterari è l’ultimo ad essere assegnato nel 2016 e il nome di Dylan si aggiunge a quello degli altri vincitori: Yoshinori Ohsumi (Medicina), Juan Manuel Santos (Pace), David Thouless, Duncan Haldane, John Michael Kosterlitz (Fisica), Jeanne-Pierre Savauge, J. Fraser Stoddart, Bernard Feringa (Chimica), Oliver Hart, Bengt Holmström (Economia).