Padenghe, in oratorio arriva il dopo-scuola. “Fuori Orario” per i compiti

0

Per anni il comune di Padenghe sul Garda ha organizzato, a scuola, un servizio pomeridiano rivolto ai bambini e ai ragazzi segnalati dai consigli di classe. Lo scopo è di sostenere gli studenti in difficoltà nel seguire il programma scolastico o quelli stranieri che faticano con l’italiano. Dalle famiglie, però, sorgeva la necessità di un servizio di dopo-scuola generalizzato, per far fronte ai tempi professionali dei genitori. Con la parrocchia e i coordinatori del servizio, a Desenzano è stato avviato un confronto per realizzare un servizio anche a Padenghe, in oratorio.

La disponibilità da parte di tutti gli attori coinvolti ha portato al progetto “Fuori Orario” che in forma sperimentale intende offrire un servizio qualificato nel pomeriggio dopo l’orario scolastico. Due educatori professionali accolgono i ragazzi e creano le condizioni per creare relazioni e accompagnare sul piano didattico gli studenti, anche con attenzione particolare al recupero e sostegno dei bambini e ragazzi con bisogni specifici. L’aspetto didattico verrà completato con momenti di gioco e relazioni meno formali.

Non verrà trascurato il rapporto con gli insegnanti, in particolare per aiutare i ragazzi nel loro percorso scolastico se difficoltoso. Si è partiti con un piccolo gruppo e si accetteranno al massimo venti bambini, per poter seguire meglio i rapporti con loro e con le famiglie. Il servizio ha un costo per le famiglie per compensare in parte il progetto. Per il resto ci penserà il comune che intende investire per garantire il servizio alle famiglie e ai ragazzi. Vitale per il successo del progetto è stata la disponibilità degli spazi oratoriali.

Gli orari del servizio sono stati adattati all’orario scolastico, quindi diversi per la scuola elementare e la media. Durante l’anno scolastico verranno valutate possibile varianti al progetto, in base all’evoluzione. “Siamo finalmente riusciti a mettere insieme le diverse agenzie educative e a costruire un servizio di qualità che confidiamo cresca e si radicalizzi nel territorio” commenta il sindaco Patrizia Avanzini.