Castelcovati, minaccia e abusa di un’anziana. 32enne finisce in carcere

0

Nella notte di sabato 1 ottobre a Castelcovati, nella bassa bresciana, una donna di 87 anni era stata sorpresa in casa da un malvivente mentre dormiva nella sua camera da letto. L’uomo, un 32enne rumeno residente in paese, incensurato e nullafacente, dopo averle tappato la bocca con una mano e minacciata con un coltello, l’aveva costretta a compiere un rapporto sessuale. Poi ha continuato a inveire contro l’anziana dicendole di non rivelare quanto aveva subito quella notte.

La donna ha trovato il coraggio di raccontare ai carabinieri della compagnia di Chiari quell’atroce episodio solo martedì 4, quattro giorni dopo. I militari l’avevano subito incontrata con il sostituto procuratore di Brescia Ambrogio Cassiani e sono riusciti a recuperare tutti gli elementi necessari. A quel punto avevano avviato le indagini e nel giro di poche ore, mercoledì, lo hanno bloccato. Il 32enne, intanto, si era reso irreperibile trasferendosi a casa di uno zio in provincia di Bergamo.

I rilievi eseguiti nella casa della vittima, con la Sezione Investigazioni Scientifiche del nucleo del comando provinciale di Brescia, hanno permesso di trovare e sequestrare il coltello usato quella notte dall’aggressore. Sono state anche rinvenute alcune tracce biologiche e che saranno confrontate con il profilo genetico dell’uomo. I carabinieri hanno raggiunto l’uomo ed eseguito l’ordinanza di fermo con le accuse di violenza sessuale aggravata, lesioni personali e minacce. Oggi, venerdì, il giudice ha convalidato l’arresto e disposto il carcere.