Manerbio, flirta con un’amica, ma è ai domiciliari. In manette 21enne

0

I carabinieri di Manerbio hanno arrestato un egiziano, M. B., 21 anni, residente a Brescia, ma da pochi giorni costretto agli arresti domiciliari nel paese della bassa bresciana in casa di alcuni conoscenti marocchini. Il giovane, pregiudicato per vari reati, era sottoposto alla misura restrittiva per una rapina compiuta in aprile, a Brescia, ai danni di una conoscente.

Nel periodo trascorso in carcere, prima di andare ai domiciliari, aveva conosciuto un marocchino residente a Manerbio (anche lui finito in manette pochi giorni fa per evasione dagli arresti in casa) e aveva offerto la disponibilità della propria famiglia ad accoglierlo nel momento in cui avrebbe lasciato le sbarre. Così è stato, ma sembra che quell’abitazione sia risultata troppo scomoda anche all’egiziano che poco prima di mezzanotte è stato sorpreso da una pattuglia dei carabinieri.

Era poco distante da casa e stava flirtando in auto con un’amica. Tra l’altro, la ragazza l’aveva già visitato in carcere dopo aver mantenuto il rapporto nonostante la detenzione. Nel momento in cui è stato scoperto, il 21enne ha cercato di entrare in casa, ma è stato bloccato e dichiarato in arresto per evasione. Ha così passato la notte in caserma e accompagnato la mattina al tribunale di Brescia che ha convalidato l’arresto. Ma rimesso di nuovo ai domiciliari in attesa del processo, non solo per rapina, ma anche per essere fuggito dalla detenzione casalinga.