Christo, passerella lancia il boom di turisti (molti stranieri) a Iseo

0

Il sindaco di Iseo Riccardo Venchiarutti definisce “straordinari” i dati della stagione turistica estiva nel paese sebino. Da gennaio ad agosto gli arrivi sono aumentati del 45% e le presenze (chi soggiorna) del 33%. Se questo trend verrà mantenuto, Iseo supererà per la prima volta nella sua storia il tetto delle 500 mila presenze e a fine 2015 erano state 377 mila. Ma dal comune suppongono che venga ancora incrementato visto che molti hotel e campeggi di Iseo hanno fatto registrare il tutto esaurito anche a settembre grazie all’ottima stagione dal punto di vista meteorologico, con un forte aumento rispetto all’anno passato. Secondo i dati rilevati nelle circa 70 strutture alberghiere ed extralberghiere, a fine agosto si sono contati oltre 112 mila arrivi e 440 mila presenze con un aumento rispettivamente di oltre 40 mila e quasi 125 mila unità.

Il merito su tutti è di “The Floating Piers”, la passerella di Christo, che ha portato il Sebino al centro dell’attenzione mondiale e ha influito in modo evidente sul flusso di arrivi in particolare a giugno (+105%). Ma il traino dell’opera di Christo si è fatto sentire anche prima dell’evento: a marzo (l’allestimento è stato inaugurato a giugno) le presenze sono cresciute del 131% e, in particolare negli esercizi extralberghieri, sono quadruplicate (+300%). Aumentano anche gli stranieri, raddoppiati a giugno. Il comune attesta anche il fatto che l’incremento si è mantenuto costante anche nei mesi successivi all’opera, con un +41% a luglio e un più contenuto +11% ad agosto (ma in quel mese le strutture sono già solitamente piene e dunque il tasso di incremento è contenuto).

“Arrivi e presenze in aumento non solo nei mesi estivi, ma anche nel periodo di bassa stagione – spiega il sindaco e presidente dell’Agt Venchiarutti – sono certamente ascrivibili all’effetto Christo, ma vogliamo pensare che siano in minima parte anche risultato del lavoro di promozione europea portato avanti negli ultimi anni grazie anche al network dei laghi europei. Oggi stiamo finalmente sfruttando appieno la vicinanza di Orio al Serio che ci connette quotidianamente con tutta Europa e convoglia sul nostro territorio un turismo europeo di grandissimo valore. Quando avremo i dati definitivi di settembre sono certo che questa nostra sensazione sarà confermata appieno”. Tornando ai dati, gli alberghi di Iseo hanno fatto registrare un vero e proprio boom di turisti stranieri a giugno e luglio quando hanno “quintuplicato” i turisti italiani.

Il dettaglio delle nazionalità è ancora in corso, ma molti sono arrivati dagli Stati Uniti e dalla Gran Bretagna, oltre ai consueti ospiti olandesi, tedeschi e francesi. “Va aggiunto – sottolinea il consigliere delegato al Turismo Delia Corti – che il forte afflusso non ha in alcun modo pregiudicato la qualità dei servizi offerti. Anzi: il commento unanime dei nostri turisti è stato di apprezzamento per la pulizia del luogo e il decoro del nostro paese. Inoltre la quantità e soprattutto la qualità delle manifestazioni artistiche e culturali offerte hanno attirato un buon numero di visitatori”.

STAGIONE TURISTICA ISEO (DATI)