Tiro a volo, nel 2017 a scuola al Concaverde di Lonato con il Cas

0

Tutti a scuola di tiro a volo. Nel fine settimana, dalle linee di tiro di una delle più blasonate strutture del mondo, gli istruttori del CAS Concaverde hanno iniziato alla disciplina olimpica una trentina di ragazzi e ragazze, tutti tra i 12 e i 18 anni.

Insieme alle spiegazioni tecniche sull’attività, sugli strumenti e sulle modalità di tiro, le giovani leve hanno potuto effettuare le prove pratiche dalle pedane con risultati più che soddisfacenti, tenendo conto anche dell’emozione provata in quei momenti, sia nell’imbracciare un’arma sportiva per la prima volta, sia per la soddisfazione di questi neo tiratori nel colpire i piattelli lanciati. A salutare i novelli tiratori ci ha pensato Silvio Grande (mentre, per motivi di lavoro, non è riuscito a essere presente Walter Miotto) che, dai campi e nella sala conferenze del centro gardesano, ha illustrato ai convenuti, con tanto di genitori al seguito, il programma formativo rivolto al settore giovanile, raccogliendo grande entusiasmo e diverse adesioni.

L’inizio delle lezioni, che si terranno il martedì e giovedì pomeriggio e la domenica mattina, è già stato fissato per la data del 1 febbraio 2017. Queste saranno tenute, a scaglioni in base all’età e al grado di preparazione, da 4 esperti istruttori: Roberto Armani, Gianpietro Faustinelli, Marco Faustinelli e Marco Micheli, quest’ultimo allenatore anche della nazionale scozzese. «Per far parte della nostra squadra giovanile – ha sottolineato durante la spiegazione Silvio Grande – è essenziale andare bene a scuola, perché il tiro è una disciplina che non vuole troppi pensieri. È uno sport che richiede molta concentrazione e molto autocontrollo e, da un punto di vista didattico, aiuta a sviluppare queste doti». Per i primi allenamenti ci sarà la possibilità di usare gratuitamente i fucili forniti dalla scuola, mentre per le munizioni è stata stretta una convenzione con l’armeria Piovanelli, sempre presente sul campo con un proprio distaccamento.

La lunga storia e i successi ottenuti agli ultimi giochi olimpici, del resto, affondano le radici proprio nella formazione dei giovani. I vari Pellielo, Bacosi e Rossetti non sono nati dal nulla, ma sono il frutto di una curata preparazione tecnica e della presenza, sul territorio nazionale, di diverse strutture tra le più all’avanguardia del mondo. Il prossimo, importante, appuntamento al Trap Concaverde sarà la coppa dei campioni per società, che si disputerà il 9 ottobre. Per l’occasione saranno presenti le più forti squadre di tiro al volo, incluse quelle delle forze armate, e i migliori atleti della specialità.