Concesio, mostra, incontri e concerto su padre Mazzolari al Paolo VI

0

Venerdì 30 settembre alle 17,30, nell’auditorium dell’istituto Paolo VI a Concesio, sarà inaugurata la mostra “Persona per gli altri” sulla figura di padre Cesare Mazzolari. “La mostra non parla soltanto di un uomo, ma soprattutto di un impegno per gli ultimi di cui c’è ancora tanto bisogno in Sud Sudan, in primis nell’educazione e nella promozione umana. Parla quindi un impegno a lunga scadenza, che noi abbiamo fatto nostro e che desideriamo condividere con il territorio, perché riteniamo fondamentale sensibilizzare e creare maggiore consapevolezza su situazioni di sofferenza, di guerra e povertà estrema, spesso sconosciute e non raggiunte dai riflettori dei media”.

Così Mariangela Rossini, presidente della Fondazione Cesar Onlus, spiega le motivazioni che hanno portato alla realizzazione dell’allestimento biografico sul padre missionario originario di Concesio e sepolto in Sud Sudan, a Rumbek, dal 2011, dopo trent’anni di servizio in terra africana. La mostra, che resterà aperta fino al 15 ottobre, è parte integrante degli eventi promossi dall’Istituto Italiano della Donazione per il Giorno Nazionale del Dono del 4 ottobre. Un mese ricco dal punto di vista missionario. “A ottobre tutta la Chiesa vivrà la 90° Giornata Missionaria Mondiale, occasione feconda per ripercorrere le testimonianze missionarie importanti e di profonda attualità, come quella legata a mons. Cesare Mazzolari.

Questi esempi – dice don Carlo Tartari, direttore del Centro Missionario Diocesano di Brescia – ci indicano che è possibile e necessario anche oggi essere Chiesa in uscita, nelle periferie del mondo, allargando i nostri piccoli orizzonti fino agli estremi confini della terra, come ricorda spesso papa Francesco”. L’iniziativa rientra nel calendario della 17° Settimana Montiniana con le parrocchie del territorio e il comune di Concesio. “Riteniamo che il nostro concittadino sia stato un instancabile costruttore di quella civiltà dell’amore tanto cara a Paolo VI e visibile nell’amore e nell’attenzione agli ultimi della terra, pertanto siamo felici di rendergli omaggio sostenendo l’iniziativa – aggiunge il vicesindaco Domenica Troncatti – Siamo grati alla Fondazione Cesar per il lavoro che svolge, non solo nel sud del mondo, in Sud Sudan, ma anche qui sul territorio concesiano, dove insieme abbiamo avviato un progetto per donne in difficoltà, con corsi di taglio e cucito. L’augurio è che la mostra possa servire ad accendere nei cittadini una rinnovata consapevolezza sui temi dell’accoglienza, del senso civico e della solidarietà”.

L’apertura della mostra partirà con “Ti presento padre Cesare”, incontro con operatori del settore umanitario in Sud Sudan e che hanno conosciuto o collaborato con il padre missionario e lo fanno tuttora attraverso la Fondazione Cesar. Tra gli ospiti interverranno anche le giornaliste Anna Pozzi della rivista “Mondo e Missione” e Romina Gobbo di Avvenire e Famiglia Cristiana. A scandire la mostra ci saranno altri due appuntamenti in auditorium. Venerdì 7 ottobre alle 20,30 “Frutti di missione” con testimonianze di missionari e volontari dediti all’educazione e alla promozione umana in Italia e Sud Sudan. Il 14 ottobre alle 21 “Suoni e colori” come concerto di chiusura della mostra tra sonorità e voci africane proposte dal coro Elikya di Milano. L’esposizione, a ingresso gratuito, rimarrà aperta dal lunedì al venerdì dalle 8,30 alle 13 e dalle 14 alle 17 e sabato dalle 14 alle 19.