Valcamonica, arresti per droga. Uno con 300 grammi di hashish. Piante di cannabis vicino a pecore

0

I carabinieri della compagnia di Breno nei giorni scorsi sono stati impegnati in una serie di controlli che hanno portato a vari arresti. Giovedì mattina a Esine, in Valcamonica, i militari hanno svolto un servizio di repressione sulle sostanze stupefacenti, arrestando G. F., 42enne italiano, pregiudicato e residente in paese, per detenzione ai fini di spaccio. Durante una perquisizione è stato trovato con 302 grammi di hashish divisa in due panetti e un bilancino elettronico di precisione. La droga e il denaro sono stati sequestrati. Ieri mattina l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto, disponendo i domiciliari in attesa del processo che sarà celebrato il 14 ottobre.

Nel pomeriggio di giovedì, invece, a Pisogne, i carabinieri locali hanno messo le manette a L. C., 48enne italiano, pluripregiudicato e residente in paese, per il quale è stato notificato un provvedimento dopo la condanna per associazione a delinquere, sostituzione di persona, appropriazione indebita, ricettazione e altro emesso dalla procura calabrese di Palmi. L’uomo è stato portato nel carcere di Brescia dove dovrà scontare dovrà 4 anni e cinque mesi.

Infine, la scorsa notte ad Angolo Terme i militari di Darfo Boario Terme hanno arrestato B. A., 29enne italiana, pregiudicata e residente nei dintorni, per coltivazione e detenzione di sostanze stupefacenti. Nel proprio terreno dove pascolavano pecore, di sua proprietà, coltivava tre piante di cannabis indica da 720 grammi dopo l’esfogliazione, mature con infiorescenza e pronte per la raccolta. Le piante sono state sequestrate e l’autorità giudiziaria ha convalidato l’arresto, disponendo l’obbligo di presentazione alla polizia. Il processo è stato rinviato al 14 ottobre per i termini di difesa.