Capriolo, weekend alle Lantieri tra i vini per il festival “Franciacorta in cantina”

0

In occasione del festival “Franciacorta in cantina”, l’agriturismo Corte Lantieri di Capriolo propone un fine settimana all’insegna del gusto. Sabato 17 e domenica 18 settembre nel locale del paese si terrà una dimostrazione di come venivano e vengono ancora prodotti i salumi secondo la tradizione artigianale del territorio bresciano, associando la degustazione di prodotti tipici freschi e stagionati col Franciacorta delle Cantine Lantieri. Si potrà anche visitare la cantina con la spiegazione del metodo di produzione del Franciacorta Docg e Curtefranca Doc. Per partecipare bisogna prenotare allo 030.7364071 e 030.736151 e sul sito internet. I Lantieri de Paratico, nobile e antica famiglia bresciana, hanno radici franciacortine che risalgono a più di mille anni, visto che la prima data certa che lo documenta risale al 930 d. C.

Antenati illustri ornano il suo albero genealogico, da una Beata Lucia Lantieri a uno studioso di tattiche militari, all’ingegnere e matematico Giacomo Lantieri che trascorse una vita tanto avventurosa da ispirare il libro “Servitore vostro umilissimo et devotissimo” (Storia di Giacomo Lantieri, Bonanno Editore, 1994). Il suffisso nobiliare “de Paratico” significa il loro precedente insediamento nel paese omonimo in provincia, al confine con il lago d’Iseo, in Franciacorta. Qui, i Lantieri fecero erigere nell’XI secolo il loro castello. La storia narra che qui sia stato ospitato Dante Alighieri che, ispirato dal paesaggio, avrebbe scritto alcuni versi della Cantica del Purgatorio. Nel ‘500 poi la famiglia si trasferì a Capriolo, dove è continuata la tradizione vitivinicola e oggi ospita l’azienda. I Lantieri si distinguevano per la produzione di vini già dal sedicesimo secolo.

Erano apprezzati fornitori alla corte dei Gonzaga di Mantova e Ferrara e Milano, con il “Rubino di Corte Franca”, antesignano dei vini attuali. La Cantina Lantieri ha sede nel centro storico del borgo medioevale posto sul colle, dove si trova anche l’antico palazzo di famiglia. Si raggiunge con una via caratteristica, tra lunghi filari di vite ed offre dalla terrazza merlata una vista sull’anfiteatro franciacortino. Il complesso aziendale comprende la struttura storica, della quale fanno parte le vecchie cantine dai volti seicenteschi, e quella moderna con ambienti di costruzione più recente, dove si tiene la vinificazione secondo le nuove tecnologie.

I vigneti si estendono in parte intorno alla cantina e alle pendici del Monte Alto. I terreni di natura silicio argillosa, ricchi di breccia e materia calcarea, sono vocati alla coltura della vite praticata dal XVI secolo. I Franciacorta vengono prodotti solo con uve raccolte manualmente provenienti dai vigneti di proprietà della azienda, poi gestiti per ottenere frutti sani, condotti a maturazione. Le fasi produttive successive, dalla vinificazione alla presa di spuma e sboccatura, vengono realizzate secondo la filosofia aziendale ispirata alla massimizzazione della qualità e all’integrità del prodotto. Il risultato si percepisce in tutti i Franciacorta Lantieri tra freschezza e mineralità, con profumi e polposità del frutto nella sua integrità.