Padenghe, studenti e professionisti “disegnano” il nuovo Garda dopo il cemento

0

La scorsa settimana Padenghe sul Garda ha ospitato la parte teorica della “Summer School” promossa dall’universitá degli Studi di Brescia tramite Olivia Longo e Maurizio Tira sul tema “I Waterfront del Garda: ipotesi e progetti” insieme al workshop dell’associazione “Disvelarte” con Davide Sigurtá su #gardafrontprojects2016. Gli eventi hanno fatto confrontare gli studenti e liberi professionisti sulla valorizzazione delle linee di fronte del lago di Garda e l’entroterra e per questo motivo è stata coinvolta l’Unione dei Comuni della Valtenesi con la parrocchia di Padenghe che ha accolto i partecipanti all’ostello della Pieve di Sant’Emiliano.

Del gruppo di iscritti facevano parte anche tre siciliani, due olandesi e due australiani a contatto con i professionisti locali per conoscere il territorio con i sopralluoghi, le esigenze del contesto sociale e urbanistico e approfondire la progettazione teorica con docenti, anche stranieri, specializzati nelle discipline. I progetti sviluppati durante il laboratorio hanno dato spunti interessanti per riprogettare alcuni spazi in modo meno impattante coniugando scelte funzionali e conservazione del paesaggio.

Dal Garda viene sottolineato come ormai sia necessaria la moderna progettazione per aiutare il territorio gardesano dopo la massiccia edificazione. L’esperienza sarà portata dai comuni della Valtenesi con una mostra e convegni itineranti da lunedì 19 settembre alle 10,30 nella sede della Statale di Brescia in via Branze.