Leno, arrestati madre e figlio spacciatori. Trovati con eroina e oppio

0

I carabinieri di Gambara martedì mattina sono stati impegnati in un’operazione antidroga nella bassa bresciana e nel corso della quale hanno arrestato madre e figlio indiani, in regola con il permesso di soggiorno. Sono stati beccati in flagrante per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. I militari già da tempo erano sulle tracce di S. K, 24enne con precedenti e ritenuto, in base alle informazioni raccolte e dai servizi condotti dai carabinieri di Leno e Bagnolo Mella, un individuo dedito allo spaccio di eroina. Questa droga negli ultimi tempi si è diffusa soprattutto propria nella comunità indiana. I militari sono così intervenuti, osservando l’uomo alla fermata degli autobus di Leno e dove sapevano che sarebbe giunto il 24enne proveniente da Brescia.

Dopo pochi minuti, infatti, il giovane è sceso dal mezzo ed è stato subito bloccato, perquisito e trovato con un sacchetto di cellophane contenente 25 grammi di eroina. In contemporanea, altri militari hanno controllato la sua casa, a breve distanza dalla fermata. Mentre due entravano nell’abitazione, il terzo chiamato a vigilare sul retro ha notato una donna lanciare un sacchetto fuori dalla finestra. Quando è stato recuperato, hanno notato 60 grammi di eroina e un bilancino di precisione.

La donna, S. P., di 48 anni, era la madre del 24enne ed è stata dichiarata anche lei in arresto. In casa sono stati rinvenuti anche 70 grammi di papaveri da oppio essiccati, forati e già usati. La seconda sezione penale del tribunale di Brescia mercoledì ha convalidato il loro fermo, disponendo per il 24enne l’obbligo di presentarsi alla caserma dei carabinieri di Leno e la libertà per la madre, in attesa del processo.