Italiano tiro al volo, terza categoria, a Lonato domina la Sardegna

0

S’è svolta domenica 4 settembre, al Trap Concaverde, la finale del campionato italiano di fossa olimpica per le società affiliate alla terza categoria. Trentotto società, 266 tiratori (riserve incluse) e 600 piattelli.

Alla fine della competizione, i migliori sono stati i fucilieri sardi del TAV Ampurias (555/600) che, trascinati da Daniele Sirigu, hanno preceduto di 6 piattelli i milanesi del TAV Mesero (549/600) e i colleghi isolani del TAV Olbia (548/600). In testa fin dalle prima delle quattro serie, i sassaresi Daniele Sirigu, Luca Paoli, Paolo Boi, Nicola Peru, Riccardo Caddia e Alessandro Soliani, dopo il titolo regionale di giugno, hanno così messo il sigillo anche su quello nazionale.

thumbnail_Finale campionato italiano per società - tiro al volo - fossa olimpica - terza categoria (premi)«Complimenti alla Sardegna – ha commentato al momento delle premiazioni Fabrizio Forti, consigliere nazionale FITAV (Federazione Italiana Tiro Al Volo) – I suoi tiratori sono stati favolosi e hanno dato prova di grandi capacità sportive. Questo successo si va ad aggiungere ai tanti e ottimi risultati ottenuti nel corso della stagione». «Sono felice di poter onorare qui a Lonato il podio per due grandi società sarde – ha aggiunto Daniele Ghelfi, presidente FITAV per la Lombardia – e sono veramente felice che la Sardegna abbia portato in alto i quattro mori della loro bandiera». «Ringrazio tutte le società che hanno partecipato – ha concluso Ivan Carella, presidente della struttura ospitante – La terza categoria è il vivaio del tiro al volo e fa parte del suo futuro. I successi che questo sport sta ottenendo a livello internazionale partono dal grande lavoro svolto da queste società».

Nel corso della competizione ha trovato il tempo per una visita anche il presidente nazionale della FITAV, Luciano Rossi, che non ha mancato far sentire la propria vicinanza ai tanti tiratori in sfida per lo scudetto. Un ultimo ringraziamento va a tutti i direttori di tiro coordinati da Pietro Saquella i quali, con la consueta professionalità, hanno permesso che la gara si svolgesse nel migliore dei modi.