Acconciatori, il bresciano Aurelio Salvoni presidente nazionale di Confartigianato

0

L’assemblea dei presidenti regionali nei giorni scorsi ha rinnovato le cariche nazionali della Confartigianato Acconciatori. Al vertice è stato eletto all’unanimità il bresciano Aurelio Salvoni per il prossimo quadriennio. Il rinnovo ha riguardato anche il consiglio direttivo nazionale ora composto da Barbara Catani (Toscana), Tiziana Chiorboli (Veneto), Rossano Trobbiani (Marche) e Michele Ziveri (Emilia. Romagna). Aurelio Salvoni, 56 anni e originario di Chiari, è titolare dell’omonimo salone di acconciature di Chiari dal 1992.

Cavaliere del lavoro, è presidente della categoria di Confartigianato provinciale e regionale, a capo del mandamento di Chiari ed ex presidente dell’Accademia Acconciatori di Brescia. Ma anche membro della giunta provinciale di Confartigianato e componente della Cooperativa Artigianato di Garanzia. Soddisfazione è stata espressa dal presidente della Confartigianato di Brescia e Lombardia Eugenio Massetti. “Ennesima conferma della considerazione bresciana a livello nazionale nel campo del lavoro e dell’operato di Confartigianato in rappresentanza di lavoro e imprese” ha commentato.

Il neo presidente Salvoni ha ringraziato il predecessore Lino Fabbian per il lavoro svolto nei due mandati della sua presidenza. “Raccolgo un’eredità importante – ha detto – ora l’impegno sarà quello di dare continuità a un’attività che ha portato alla categoria grandi soddisfazioni. Continueremo ad essere una squadra forte e determinata, in grado di valorizzare le risorse e creare opportunità per le imprese del settore aderenti al sistema Confartigianato”. Nel programma di attività del prossimo quadriennio ci sono legalità, fisco, ambiente, formazione professionale, lotta all’abusivismo e concorrenza sleale, evoluzione normativa e semplificazione burocratica e realizzazione di iniziative per promuovere il settore e stimolare il coinvolgimento della base, linfa vitale del sistema associativo.