Brescia, “Marta sui Tubi” alla festa di Radio Onda d’Urto con “Lostileostile”

0

Sul palco principale della festa di Radio Onda d’Urto, in corso in via Serenissima a Brescia e in programma fino a sabato 27 agosto, domani, sabato 13 agosto, ci sarà il primo appuntamento con la scena indipendente italiana. Arrivano in concerto i Marta sui Tubi, con il tour dell’ultimo album “Lostileostile” uscito l’1 aprile. Ad aprire saranno Ottavia Brown e Rollin’Papers. “Marta Sui Tubi” nascono come duo, formato da Giovanni Gulino e Carmelo Pipitone. Originari di Marsala, ora con base a Milano, registrano il loro album d’esordio “Muscoli e Dei” con Fabio Magistrali che esce con Eclectic Circus Records a fine 2003. Nello stesso periodo la famiglia si allarga con l’inserimento alla batteria di Ivan Paolini.

A inizio 2008 aprono la loro etichetta “Tamburi Usati” e pubblicano in aprile “Nudi e Crudi”. un dvd e cd audio che contiene le registrazioni di diversi concerti, un documentario on the road realizzato da Anna Terra e il singolo “L’Unica Cosa”. Il terzo disco è “Sushi & Coca” che esce ad ottobre 2008, sempre per Tamburi Usati/Venus, risultato di mesi di lavoro con Taketo Gohara. Nello stesso periodo partecipano al progetto degli Afterhours “Il Paese è Reale” con il brano inedito “Mercoledì”, mentre Carmelo Pipitone riceve il premio Insound 2009 come miglior chitarrista italiano. Nella primavera del 2010 entrano in studio con Tommaso Colliva (Muse, Calibro 35, Afterhours) per iniziare i lavori sul nuovo album.

Le prime canzoni a vedere la luce sono “Coda di Lucertola” della compilation “Materiali Resistenti” e il singolo estivo “Senza Rete” cimentandosi anche con la tv, nella fiction “Romanzo Criminale”, con il brano “Il Commissario”. Nel 2011 vede la luce il quarto album “Carne con gli Occhi”. A coronamento di un anno passato on the road con oltre cento date, arriva a fine 2011 un doppio regalo: un ep in download gratuito (sul loro sito) composto da sei canzoni live registrate alla Casa del Jazz a Roma e al Magnolia di Milano nel luglio. Il 22 gennaio 2012 Lucio Dalla partecipa a uno speciale evento del gruppo al Teatro del Navile di Bologna. Il cantautore, che ha scritto alcune delle pagine più belle della musica italiana, in quell’occasione esegue con i Marta alcune versioni dei classici “Disperato Erotico Stomp” (video) e “L’anno che verrà” (video).

Dalla si congeda da quel concerto definendo i Marta sui Tubi “la migliore live band italiana”. Da quell’incontro nasce la nuova versione di “Cromatica” che diventa il quarto e ultimo singolo tratto da “Carne con gli Occhi”. Il brano viene riarrangiato e nuovamente inciso in studio con la partecipazione di Dalla alla voce e al clarinetto. Dopo una tappa sanremese, nel 2013, con “Dispari” e “Vorrei”, esce il quinto album “Cinque, la luna e le spine” e riprende l’intensa attività live, fermatasi solo nella del primavera 2016 con il sesto lavoro “Lostileostile”. Il disco esce il primo aprile (NoMusic/Believe), a tre anni dal precedente “Cinque, la luna e le spine” e contiene tredici canzoni eterogenee, potenti, delicate, emozionanti, fuori dagli schemi.

Un concept album con al centro il tema dell’incontro, del confronto, con l’amicizia, l’amore, la morte, gli stati d’animo, l’ignoto, il futuro, la fuga. La rinnovata visione delle potenzialità di voci, chitarra, batteria e synth porta la loro musica verso un sound che tiene conto della strada percorsa fino ad ora, attualizzandone le forme e confermando lo spirito indomabile e controcorrente. Prodotto dagli stessi Marta sui Tubi e concepito a Milano, con la libertà e condivisione di idee garantite da una campagna di crowdfunding di successo e mixato dalla mano di Loris Ceroni, “Lostileostile” è un disco che mette i Marta sui Tubi al centro della scena musicale italiana come una delle formazioni più originali e creative.