Borno e Breno, soccorso alpino per una scivolata e un alpinista colpito da sasso

0

I tecnici del Soccorso alpino di Breno sono stati impegnati in due operazioni in poche ore. Il primo è stato richiesto ieri sera da un uomo durante la fiaccolata di San Fermo a Borno, perché è scivolato mentre percorreva il tragitto. Si è fratturato una caviglia ed è stato raggiunto e messo sulla barella, poi trasportato per circa 200 metri fino alla strada. Quindi è stato condotto a bordo di un defender del Soccorso alpino fino all’ambulanza. In questi giorni, i tecnici del Cnsas sono spesso impegnati nell’assistenza durante manifestazioni ed eventi organizzati in montagna, per essere operativi in caso di necessità.

L’altro episodio è avvenuto a mezzogiorno di oggi quando un alpinista di Breno è rimasto ferito mentre si stava arrampicando con un amico in una falesia, sotto Cimbergo. Mentre il primo in cordata andava avanti, si è staccato un ancoraggio, un sasso di circa sette chili, che ha colpito il secondo alpinista sulla testa. Per fortuna indossava il casco di protezione e quindi il colpo è stato attutito.

Ha comunque riportato un trauma cranico. Sul posto sono arrivati due tecnici della V Delegazione Bresciana con l’automedica. Un’altra squadra è partita dal centro di Esine per un eventuale supporto. E’ poi intervenuto anche l’elicottero per il trasporto in ospedale. L’operazione si è conclusa intorno alle 13,30.