Rally, carica dei 120 nel weekend in Valcamonica per il 6° Ronde Aci Brescia

0

Sabato 6 e domenica 7 agosto la Valcamonica ospiterà la sesta edizione della Ronde Aci Brescia, Memorial Gian Mario Mazzoli, che ha raggiunto i 120 iscritti, massimo consentito dal regolamento. La soddisfazione del risultato è stata espressa dal direttore dell’Aci Brescia Angelo Centola e dal figlio di Mazzoli, giovane e appassionato Francesco, anche lui con qualche presenza nel rally. I piloti bresciani la fanno da padrone, ma quest’anno, a fianco dei bergamaschi, ci sono anche piemontesi, veneti ed emiliani. “La nostra Ronde si dimostra evento di forte richiamo – ha ricordato Centola presentando ieri la competizione all’Aci.- Siamo stati costretti a respingere alcune domande in quanto avevamo raggiunto il massimo consentito”.

Sull’unico tratto cronometrato di Lozio, 10,120 chilometri da percorrere quattro volte, la prima con inizio alle 7,23 e a seguire alle 11,11, alle 14,59 e 18,47, i piloti bresciani favoriti sono Luca Tosini, in gara con una Ford Fiesta WRC, Felice Ducoli su Ford Focus WRC, Fabio Spatti sulla stessa vettura e Ilario Bondioni in gara con una Skoda gruppo R. Manca il vincitore del 2015 Mirko Zanardini, impegnato in una gara del campionato Gt con la Ferrari. Gli avversari non mancano, a cominciare dai piemontesi Corrado Pinzano su Peugeot 208 T16 e Tiziano Borsa con la Peugeot 207 S2000, il trentino Luciano Cobbe che partirà con il numero uno a bordo di una Ford Fiesta Focus WRC, il piacentino Elia Bossalini, anche lui con la WRC, ma su Ford Fiesta, lo svizzero Mirko Puricelli su Citroen C4 WRC, ma soprattutto il bergamasco Pablo Biolghini con la Peugeot 208 T16 R5 e che deve controllare la propria irruenza per arrivare a un risultato di prestigio.

Per affinare la conoscenza con la vettura ai piloti, sabato pomeriggio è previsto lo shakedown sul tratto della nota prova speciale di Astrio, terra dove viveva proprio Mazzoli. La gara bresciana è la terza tappa del Lombardia Ronde Cup, che prevede cinque prove ed è guidata da Kevin Gilardoni, passato con successo dalla velocità in pista al rally, seguito da Bossalini e Bondioni. Quest’anno la Ronde aderisce e patrocina anche il gruppo di pilotesse e navigatrici veronesi che hanno dato vita a “Lady Rally Verona”. “Saremo cinque equipaggi a partire di seguito – dice Sabrina Tumolo, istruttore della scuola Federale e portavoce del gruppo.- Vogliamo portare un messaggio contro la violenza sulla donna e promuoviamo iniziative a favore del Centro Antiviolenza P.E.T.R.A.”.

Gli appassionati potranno avvicinare vetture e piloti già alle verifiche sportive e tecniche previste sabato a Breno dalle 8 alle 12 in piazza Ghislandi. La sera ci sarà la passerella alle 20,01 ancora da Breno. La competizione vera e propria inizierà domenica alle 6,31 da Piancogno, dove si terranno i riordini dopo ogni giro. Il parco assistenza è nella zona industriale di Breno.