Lumezzane, nuova stagione Odeon con Zingaretti e Monti. Si parte da Shakespeare

0

La nuova stagione teatrale di prosa dell’Odeon di Lumezzane ripartirà il 2 novembre e il direttore artistico Vittorio Pedrali sta mettendo a punto il nuovo cartellone che mette in equilibrio il classico e lo sperimentale. La proposta definitiva sarà presentata alla fine di settembre, a ridosso della campagna abbonamenti, ma intanto sono state annunciate varie anticipazioni per un’offerta che contempla nomi e titoli amati dal grande pubblico, artisti e compagnie rappresentativi delle diverse forme in cui si declina il linguaggio teatrale, gruppi e interpreti che con la loro ricerca reinventano ruoli e modi dell’azione scenica.

Si ritrova nelle tematiche l’attenzione alla sensibilità contemporanea (uno dei tratti che definiscono la peculiarità della stagione divenuta punto di riferimento culturale per l’intera provincia) e all’universo femminile, creando una sorta di filo rosso che accompagna lo svolgimento del cartellone e contrassegna, in particolare, “Giardini di marzo”, la rassegna nata tre anni fa per volere dell’assessore alla Cultura Rossana Bossini. Tra le presenze di questa edizione, ci saranno Elisabetta Pozzi in “Max Gericke” ispirato al caso realmente accaduto di una giovane vedova che, per sopravvivere e lavorare, assume per tutta la vita l’identità del marito scomparso.

Poi Milvia Marigliano, vista la scorsa stagione con Arturo Cirillo in “Chi ha paura di Virginia Woolf?” e ora protagonista di un ritratto di donna in “Ombretta calco”. A loro si aggiunge “Calendar Girls”, versione teatrale che si prospetta non meno graffiante e divertente dell’omonimo film, con Angela Finocchiaro e Laura Curino. Tra i nomi di grande richiamo, Luca Zingaretti non dimentica la sua vocazione teatrale nonostante il successo nei panni del commissario Salvo Montalbano e in importanti ruoli per il grande schermo. Per il palcoscenico ha preferito il racconto di Giuseppe Tomasi di Lampedusa, “Lighea”, dal quale ha tratto la lettura “La sirena”. C’è attesa anche per Maria Amelia Monti, beniamina del pubblico lumezzanese.

Insieme a Paolo Calabresi è la protagonista di “Nudi e crudi”, commedia sulla vita di una coppia di mezza età nata dal genio comico di Alan Bennett e diretta da Serena Sinigaglia. Poi il ritorno di Rosario Lisma e Anna Della Rosa, che dopo il successo di “Peperoni Difficili” proseguono sulla strada della commedia umoristica, questa volta macchiata di noir surreale, in “Bad&Breakfast”. Una coppia inedita, nella versione italiana della pluripremiata dark comedy “Venere in pelliccia” di David Ives che ha ispirato per un film anche Polanski, è quella formata da Sabrina Impacciatore e Valter Malosti per un duello teatrale con ribaltamento di ruoli tra regista e attrice, vittima e carnefice, dove sfumano i confini tra realtà e finzione.

Uno dei gruppi giovani italiani più interessanti degli ultimi anni è Carrozzeria Orfeo che porterà sul palco dell’Odeon i suoi “Animali da bar”, una nuova produzione, irriverente, ironica e visionaria. Ma l’esordio della stagione sarà dedicato a Shakespeare con la più importante compagnia di marionette del mondo, la “Carlo Colla & Figli”, per un “Macbeth” affidato all’incanto interpretativo degli “attori di legno”. Sono 150 personaggi per un allestimento in cui si uniscono la grandiosità e lo sfarzo dei più importanti spettacoli di marionette e che inaugurano la nuova stagione il 2 novembre.