Valcamonica, raccontare la disabilità in video. Concorso per giovani registi

0

Sono aperte le iscrizioni al concorso “Giriamoci incontro” per giovani registi e videomakers per realizzare una breve storia animata, inedita, da 3 minuti, che racconti di vicende personali o collettive, progetti e interventi sociali, campagne di comunicazione pubblica dal mondo della disabilità e da rappresentare come si desidera. Per esempio, con un video racconto, spot, cartoon, stop-motion, sit-com, video-comics, web serie e altri generi. Il concorso è promosso dal Distretto Culturale della Valcamonica, gestito dalla Comunità montana con il contributo del Consorzio Comuni BIM e patrocinato dal Forum del Terzo Settore della valle e SolCo Camunia.

L’obiettivo è avvicinare un più vasto pubblico ai temi della disabilità e alle esperienze di gestione più innovative promosse in valle, rappresentando storie, racconti e documentazioni originali di progetti e attività svolti o da svolgere sul territorio. Con la rassegna si vogliono migliorare le capacità di comunicazione degli operatori sociali del territorio e attivare positive relazioni, sinergie e collaborazioni professionali. Il concorso si svolge nell’incontro tra videomakers e operatori della disabilità in valle, come associazioni, fondazioni e cooperative. L’incontro dovrà essere formalizzato con la presentazione comune dell’opera in concorso. I video realizzati successivamente saranno presentati nel corso della manifestazione “A ciascuno il suo passo” del 15 ottobre nell’ambito della rassegna “Del Bene e del Bello-Giornate del patrimonio culturale della Valle Camonica, la Valle dei Segni”.

Al concorso possono partecipare le coppie formate da giovani (sotto i 35 anni) video, cartoon e filmakers e un operatore della solidarietà sociale attivo in valle a favore di soggetti disabili (associazioni, fondazioni e cooperative). Devono presentare al presidente della commissione, in Comunità montana a Breno, il testo di una sceneggiatura o stoyboard sul tema della disabilità, che sarà valutata e potrà ricevere un premio di 3 mila euro da destinare alla realizzazione dell’opera. I video premiati dovranno essere girati e consegnati al Distretto Culturale entro il 10 ottobre per poter essere presentati nel corso di “A ciascuno il suo passo”. Insieme alla sceneggiatura deve essere consegnata anche una scheda con la presentazione del regista e dell’operatore sociale.

Tutto il materiale può essere inviato al Distretto Culturale solo via mail entro le 12 di mercoledì 10 agosto. L’iscrizione è libera e gratuita. Le sceneggiature o storyboard saranno poi valutati da una commissione tecnica e premiate le migliori tre. Il riconoscimento verrà assegnato al regista e dovrà essere destinato, tra l’altro, a sostenere i costi per realizzare il video in formato digitale di qualità, per proiettarlo durante la rassegna di ottobre. La commissione selezionatrice potrà valutare l’assegnazione di menzioni e premi speciali. Saranno analizzate soprattutto la capacità di resa narrativa attraverso il linguaggio delle immagini, l’originalità del racconto, l’innovazione narrativa nella scelta dei temi e la snellezza e fluidità del racconto.