16º Sellero Super XC, vince Matteo Cucchi. Seiwald 2° e Martinelli 3°

0

Era stato annunciato, acclamato e decantato come uno dei tracciati più puri e storici di sempre. Per una volta le parole non hanno deluso le aspettative e il grande consenso dei bikers presenti non ha fatto altro che confermare le voci, dando lode e plauso alla macchina organizzativa del Sellero Novelle capace di allestire un 16º Sellero Super XC dove il cross country è stato, assieme al gran numero di partecipanti, il protagonista indiscusso della 5ª prova del Circuito Bresciacup.

Una giornata dove l’azzurro del cielo ed il verde smeraldo dei boschi entro cui si snodava il tracciato sono stati i colori predominanti. Divertimento, emozioni, fatica e sudore hanno fatto da cornice alla prima prova del girone di ritorno della Cup bresciana che in terra camuna ha visto schierati in tre differenti gare tutti gli atleti, pronti a sfidarsi tornata dopo tornata alla caccia del podio o di preziosi punti in vista dell’ambita classifica generale.

In Gara1 è il tricolore di Matteo Cucchi (NOB Selle Italia) a far scattare il primo grande applauso del pubblico che ammirato rende onore non solo al campione italiano in carica della categoria Junior ma a quello che un giorno potrebbe essere uno dei più quotati e vincenti atleti della mountain bike italiana. Cucchi non ha rivali e taglia il traguardo in solitaria con quasi 4’ di vantaggio su Alessandro Seiwald (Lapierre), secondo, e Andrea Martinelli (Melavì Focus), terzo. Tra i Master4 è Alessandro Dalsass (Corsetti) a salire sul gradino più alto del podio mentre Marco Gilberti (Rosola) rafforza la sua leadership di categoria vincendo tra i Master5 così come Natale Bettineschi (Boario) che vince tra i Master6.

thumbnail_CUCCHI

La gara al femminile vede invece Marika Tovo (Team Rudy Project) staccare il tempo migliore aggiudicandosi la vittoria tra le Junior davanti a Katia Moro (Pila) che veste la maglia da leader ed Erika Bianchi (Team Manuel Bike). In fascia amatoriale è invece Monica Maltese (Pavan Free Bike) a dettare legge tra le Woman1 davanti alla leader Valentina Garattini (Niardo) ed Eloise Tresoldi (Triangolo Lariano). Tra le Woman2 Roberta Seneci (Rosola) conferma la sua leadeship davanti a Raffaella de Lorenzi (MDL) e Silvia Filiberti (Lugagnano).

In Gara2 avvincenti scontri al vertice hanno visto il padrone di casa Enzo Gnani (Gnani Bike) cedere il passo ad un più in forma Michele Righetti (Bike Store Costerma) capace di rimontare ed andare a vincere in solitaria primeggiando tra gli M1 davanti a Stefano Rizza (Boario) e Francesco Mensi (Niardo) autori di un entusiasmante testa a testa conclusosi solo all’ultima curva. Per Gnani un secondo posto assoluto che lo vede comunque salire sul gradino più altro tra gli M2 dove resta leader incontrastato. Alessio Bongioni (Giangi’s Bike) vince tra gli M3 davanti a Michele Bonacina (Pavan) ed Andrea Artusi (Spreafico) mentre tra gli EMT1 la vittoria va a Simone Valsecchi (Ram Bike) davanti al compagno Luca del Pero ed al leader Cristian Vaira (Sellero). Sergio Pogna (Sellero) sfrutta il fattore campo e fa sua la ELMT2 precedendo Giuseppe Gritti (Pavan) che indossa la maglia leader ai danni del compagno Stefano Moretti.

In Gara3 sono invece le giovani promesse, più di 120 al via, a regalare un fiume di spettacolo ed emozioni. Marta Zanga (Team Bramati) si aggiudica la vittoria tra le ED2 mentre la compagna di squadra Lucia Bramati vince tra le ED1. Giulio Viscardi (Alpin Bike) sale sul gradino più alto tra gli ES2 precedendo il leader Mattia Beretta (KTM) e Luca Gavardi (Sorisolese) mentre tra gli ES1 Michael Pecis (San Paolo) è sempre più leader del circuito precedendo Tommaso Pandini (Pontida) e Davide Petresini (Spirano). Il tricolore di Letiza Motalli (Alpin Bike) vince tra le DA1 advanti a Martina Bassi (Merida) e Camilla Martinet (Lucchini) mentre Martina Stirano (RDR) sale ancora sul gradino più altro tra le DA2 confermandosi leader davanti a Ilaria Pola (Melavì) ed Alice Franzosi (Manuel Bike). Assolo di Marco De Piaz (Melavì) tra gli AL2 davanti a Riccardo Caspani (Valdidentro) e Nicola Manenti (Team Bike Rocks) mentre Davide Zanoletti (Team Bike Rocks) primeggia tra gli AL1 precedendo Marco Zoldan (Gallina Colosio) e Samuele Leone (Costamasnaga).

thumbnail_RIGHETTI

Hanno detto:
Matteo Cucchi: “Una gara bellissima, un tracciato duro ma che lascia il giusto spazio al divertimento ed al piacere di fare mountain bike. Poi una vittoria che fa sempre bene, soprattutto quando si deve onorare una maglia importante come quella tricolore. La Bresciacup è davvero un’ottima palestra per chi come me spesso si deve confrontare a livello internazionale. Cross country così, vicino casa, è difficile trovarli. Stanno facendo un ottimo lavoro e per questo cercherò d’esserci quando possibile!”

Michele Righetti: “Che bello vincere e divertirsi allo stesso tempo! Non è stato facile perché Gnani oggi era veramente indiavolato, conosceva meglio di me il tracciato, ma alla lunga sono riuscito a fare la differenza. Bello, bello e ancora bello il tracciato. Questa è mountain bike. Nulla d’impossibile, nulla di artificiale. Solo noi e la nostra mtb. Sudore, fatica e una bella scarica di adrenalina. Ed ora festeggiato tutti assieme!

Siamo molto soddisfatti di come si è svolta questa nostra 16ª edizione – sono le parole di Mauro Laffranchi, responsabile della manifestazione – abbiamo ancora qualche aspetto da migliorare a livello organizzativo ma il tracciato è piaciuto molto, tutti hanno apprezzato il nostro lavoro e questo ci da le motivazioni per fare ancora meglio il prossimo anno. La Bresciacup sta ottenendo ottimi riscontri seppure in passato le scelte fatte abbiano destato perplessità e qualche dissenso. Vedere tanti giovani quest’oggi ai nastri di partenza sono la nostra più grande gratificazione. Un grazie a tutti i volontari che hanno affiancato i ragazzi del Sellero Novelle e un grazie a tutti quanti oggi hanno scelto di condividere con noi questa bellissima giornata all’insegna della mountain bike!”

CLASSIFICHE DI GIORNATA