Floating Piers, Ats: 150 casi negativi e 58 mila euro di multe. 1 camera su 6 con legionella

0

L’Agenzia di Tutela della Salute (Ats) di Brescia rende noti i risultati dell’attività di vigilanza svolta tra campeggi, alberghi e bed & breakfast e ristoranti presenti sul Sebino bresciano dall’1 aprile al 3 luglio per The Floating Piers. I controlli nelle attività di ristorazione, mobile e fissa, sono stati 445, di cui 218 fino al 17 giugno (62 casi negativi) e 227 nel periodo dell’evento (92 casi non favorevoli per mancanza dei requisiti igienico-sanitari).

Per la maggior parte delle strutture controllate, sono state emesse prescrizioni sanabili entro i termini indicati nel verbale. I 37 casi più gravi di mancanza di requisiti sono stati sanzionati per un totale di 58 mila euro. L’equipe di igiene della Franciacorta ha anche sospeso otto ristoranti e sequestrato 10 quintali di alimenti, soprattutto carne e pesce, perché non c’erano le etichette o non riportavano le informazioni obbligatorie. I prodotti sequestrati sono stati inviati alle ditte che li avevano commercializzati e verranno distrutti.

Delle 65 strutture turistico ricettive controllate prima dell’inizio della manifestazione, 13 sono risultate non conformi ai campionamenti dell’acqua per la ricerca di legionella ed è stato vietato l’uso di alcune camere in attesa della sanificazione. I campionamenti giornalieri dell’acquedotto di Montisola svolti dal 13 giugno fino alla fine della manifestazione non hanno evidenziato valori fuori norma.