Provaglio Iseo, attori e musica per il ritorno della “Lectura Dantis” al pubblico

0

Ritorna a Provaglio per l’estate 2016 la tradizione della Lectura Dantis, la cui nascita si fa risalire alle lezioni del Boccaccio iniziate a Firenze nell’ottobre del 1373. “Queste serate – sostiene Egizia Corridori assessore alla Cultura del Comune di Provaglio – non sono solo dedicate ad una ristretta comunità ‘accademica’, ma sono un mezzo per avvicinare tutta la cittadinanza al ‘Dante puro al 100%’. Invito quindi tutti a partecipare ai due appuntamenti”.

dante 30 GIUGNOLa scelta di un’interpretazione senza fronzoli che privilegi la voce, è uno stimolo a guardare alla poesia in un modo nuovo, più emozionante e che solo l’ascolto in uno spettacolo dal vivo sa dare. Per il pubblico adulto sarà un modo per approfondire un percorso che l’Assessorato ha iniziato parecchi anni fa e per i ragazzi un modo per riconsiderare la figura del poeta attraverso un momento di svago oltre che di cultura, ascoltando in modo diverso parte di quei testi che spesso sono causa di incubi scolastici.

Le Lecturae comprendono non solo pezzi tratti dalla Divina Commedia ma anche dalla Vita Nova e dal Convivio. L’ideazione e il commento sono a cura di Gianfranco Serioli, la declamazione dei versi affidata alla straordinaria recitazione di Luciano Bertoli e l’accompagnamento musicale all’ ensemble di fiati «Alma Serena»,  un gruppo musicale fondato da Giulia Gavi e Roberto Bottino, composto da Elena Gallo (soprano), Simona Feraboli (contralto), Stefano Venturelli (tenore), Roberto Bottino (basso e strumenti rinascimentali), Giulia Gavi (flauto), Irene Pagani (flaute), Levi Alghisi (flauto, ghironda, cornamusa).

La recitazione sarà quindi accompagnata da effetti sonori che ricreano in qualche modo gli ambienti e i personaggi descritti per cui ancora una volta la musica non verrà utilizzata come semplice intermezzo, ma come generativa di un valore emozionale che il pubblico potrà cercare e scoprire.

La scelta delle location invece è per rendere omaggio a due fra le bellezze artistiche e architettoniche del territorio provagliese, il Monastero di San Pietro in Lamosa giovedì 30 giugno alle 20.45 e la Chiesa di San Bernardo, peraltro recentemente oggetto di un importante intervento di restauro, il 7 luglio sempre alle 20.45. Gli incontri sono aperti alla cittadinanza e l’ingresso è libero e gratuito.