Valfurva, “In viaggio sulle Orobie” con 18 “vip” per i cento anni della Grande Guerra

0

In Valfurva, per celebrare il centenario della Grande Guerra, nel recupero della memoria storica, attraverso la riscoperta e la valorizzazione di luoghi, monumenti e “paesaggi commemorativi” che sono stati teatro di eventi civili e militari. Un’occasione per riflettere 
sul presente. La quarta edizione de “In viaggio sulle Orobie” cammina sulle orme di uomini valorosi. Scalatori e soldati. Escursionisti e combattenti. Perché la montagna è una, dai mille volti. Diciotto viaggiatori, dal 6 al 10 luglio, attraverseranno San Matteo, Tresero, Vioz, Gran Zebrù, Ortles, attorno al Confinale, dove la terra racconta la storia.

Un viaggio di contaminazioni, tra generi, tempi e anime che vedrà in cammino: la campionessa di sci Deborah Compagnoni, l’alpinista Marco Confortola, la guida alpinaGiulio Beggio, gli scalatori Hervè Barmasse, Annalisa Fioretti e Mario Curnis decano degli arrampicatori orobici e ormai presenza abituale dell’iniziativa, l’attore Stefano Panzeri, la regista Alessandra Locatelli, il musicista Martin Mayes, il gruppo dei Verbal e lo chef Michele Sana, i fotografi Umberto Isman eStefano Viganò, il ricercatore Giampietro Verza e il filosofo Dimitri D’Andrea, la blogger Simonetta Radice, il giornalista di Radio Popolare Claudio Agostoni, e l’inviato del Corriere della Sera Lorenzo Cremonesi.

Tutti in cammino attraverso i luoghi: il Confinale a cento anni dalla Grande Guerra impone una riflessione profonda sull’ieri e sull’oggi, tra memorie che evocano un’epopea di sacrifici e il presente che espone momenti drammatici. Spazio alle analisi di guerre lontane e tutt’ora in corso, dunque, per camminare sui sentieri della Valfurva come se si stesse camminando su quelli dell’Afghanistan, della Libia o dell’Iraq, ma anche dell’Himalaya, del Karakorum o dei Balcani. Il trekking “In viaggio sulle Orobie” è organizzato dalla rivista “Orobie” grazie al contributo di Fondazione Credito Bergamasco e Italcementi Group con numerose realtà locali tra cui il Comune di Valfurva, la Pro Loco di Santa Caterina, il Parco Nazionale dello Stelvio e lo Sport Hotel di Santa Caterina Valfurva. L’evento è disponibile su Facebook e sul sito internet.