Esami di maturità, per il tema di italiano ci sono Eco, le donne e il Pil

0

Umberto Eco e un suo brano tratto dai saggi «Sulla letteratura» diventano il soggetto della prima prova della Maturità 2016. Accanto alla lettura dello scrittore e saggista alessandrino, i maturandi potranno confrontarsi anche con altre tracce. Chi infatti avesse optato per comporre un tema storico si sarà dovuto confrontare con la prima volta al voto delle donne italiane, datata 1946. Il tema di attualità farà sì che gli studenti possano riflettere sulla questione dei confini partendo da un testo di Piero Zanini: «Significati del confine. I limiti naturali, storici, mentali».

Interessanti anche i quattro spunti per la composizione di un saggio breve o di un articolo di giornale. Si parte dal rapporto padre-figlio nell’arte e nella letteratura per arrivare al quesito «Il PIL è la misura di tutto?». Trovano “spazio” anche le avventure di Samantha Cristoforetti e di Umberto Guidoni, protagonisti del saggio breve di ambito tecnico-scientifico. L’ultimo spunto inviterà invece gli studenti a riflettere sul «valore del paesaggio» (espressione coniata da Vittorio Sgarbi).

I numeri della Maturità 2016. Saranno più di 500mila (esattamente 503.452 da fonti del Ministero dell’Istruzione) i candidati che prenderanno parte all’esame e 12.554 le commissioni esaminanti.
La prima prova era in programma per questa mattina, 22 giugno, alle ore 8.30 e a questa seguiranno la seconda e la terza, rispettivamente in programma per i giorni 23 giugno (ore 8.30) e 27 giugno (8.30). Si ricorda che le materie costituenti la terza prova scritta differiranno per ogni commissione.