Lago d’Iseo, The Floating Piers: ritardi ferroviari, attese e primi soccorsi

0

The Floating Piers di Christo è stata senza dubbio la più grande attrazione del weekend bresciano e ha convogliato veri e propri fiumi di folla a Sulzano e dintorni. All’entusiasmo di chi ha raggiunto il ponte ideato dall’artista bulgaro e lo ha potuto percorrere godendosi l’insolita esperienza di una camminata sulle acque, si è però aggiunto il furore di tutti coloro che a causa del maltempo e dei disagi alla viabilità non sono nemmeno riusciti ad avvicinarsi al luogo dell’installazione artistica.

Infatti, se nella serata di sabato una tempesta aveva costretto alla chiusura delle piattaforme che collegano il comune del Sebino a Monte Isola, costringendo centinaia di persone ad attese infinite prima di potersi rimettere sulla via del ritorno, la giornata di domenica è stata assolutamente da dimenticare. A conseguenza dell’affluenza da record registrabile fin dalle prime ore del mattino, la prefettura si è vista costretta a bloccare completamente l’afflusso all’interno del paese, proibendo di fatto la possibilità a migliaia di visitatori di raggiungere l’opera di Christo.

Le conseguenze della decisione presa dall’autorità prefettizia hanno avuto importanti ripercussioni anche sulla viabilità nelle zone limitrofe e, in particolare modo, sui trasporti ferroviari. Si chieda conferma a coloro che, dopo un’ora di attesa presso la stazione di Brescia e giunti a Iseo dopo un viaggio su vagoni affollatissimi, si sono dovuti letteralmente bloccare presso il centro del paese per l’impossibilità di raggiungere le piattaforme. L’aggravante deriva però dall’uguale impossibilità anche del ritorno verso Brescia: i treni sono infatti rimasti fermi per ore prima di riprendere la loro normale attività.

Le passerelle di The Floating Piers sono state prese d’assalto anche oggi e non sono mancati ritardi sulla linea ferroviaria durante la mattinata: sovente i macchinisti sono stati costretti ad evitare la sosta in alcune stazioni a causa del sovraffollamento dei vagoni. I momenti di preoccupazione non sono però mancati, come riportato dal Giornale di Brescia: a Sensole si è reso necessario l’intervento dei Vigili del Fuoco in seguito all’incendio, subito domato, di sterpaglie. Ad Olzato è stata invece l’eliambulanza di Brescia ad essere chiamata a soccorrere una persona caduta accidentalmente tra le mura di cinta e la passerella.