Cortina d’Ampezzo, una settimana per giornalisti a “Cortina tra le righe”

0

Un calendario che cresce anno dopo anno, grazie a contenuti di qualità e relatori di alto livello, che dall’11 al 17 luglio porteranno a Cortina d’Ampezzo il proprio contributo con una serie di appuntamenti dedicati all’attualità e al futuro dell’informazione. Venti gli appuntamenti gratuiti, inseriti nel programma della Formazione Professionale Continua (FPC) dei giornalisti. Più di quaranta i relatori: esperti di web, deontologia, comunicazione ambientale, comunicazione culturale, direttori dei principali quotidiani, agenzie e radio italiani, conduttori e autori televisivi. È così che “Cortina tra le righe” fa rivivere il più autentico “giornalismo di razza” quello che, grazie a Buzzati, Montanelli, Pieroni e Sechi, fa parte del dna di Cortina d’Ampezzo, consacrata negli anni a palcoscenico privilegiato per momenti di riflessione, dibattito e sintesi.

Interverranno alla terza edizione Gianluca Amadori presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto, Roberto Arditti esperto di comunicazione e autore di Rtl 102.5, Giorgio Battaglini giornalista, avvocato e presidente della Camera Civile Veneziana, Giovanni Battista Gallus avvocato e docente esperto in diritto d’autore, diritto penale, tutela della privacy e diritto dell’informatica e delle nuove tecnologie. Poi Barbara Battistella giornalista e press agent di “Arsenàl.it”, Salvatore Bianca dell’ufficio stampa del Ministero dell’Ambiente e della Tutela del Territorio e del Mare, Andrea Borruso geomatico, Nicola Bruno giornalista e ricercatore sui temi dei nuovi media, cofondatore di Effecinque/Refreshing Journalism, Pietrangelo Buttafuoco scrittore, saggista, giornalista di Radio 24 e Il Fatto Quotidiano autore de Il Feroce Saracino. Poi Andrea Cangini, direttore di Qn-Il Resto del Carlino, Il Giorno, La Nazione e Orazio Carrubba direttore della Scuola di giornalismo Dino Buzzati.

Poi Arrigo Cipriani di Harry’s Bar, Daniele Chieffi giornalista, responsabile media relation, social media e reputation monitoring di Eni, Donata Columbro giornalista e digital strategist, Savina Confaloni giornalista del Corriere della Sera Motori e Matrix, Luigi Contu direttore dell’Ansa, Pio D’Emilia di inviato Sky e blogger de Il Fatto Quotidiano, Cristina Da Rold, data journalist e comunicatrice scientifica, Luca De Biase editor di innovazione a Il Sole 24 Ore e Nova24, Antonio Farnè presidente dell’Ordine dei Giornalisti dell’Emilia Romagna, Luciano Fontana direttore del Corriere della Sera. Poi Carlo Freccero autore televisivo ed esperto di comunicazione, Giuseppe Gioia caporedattore di Rai Veneto, Luigino Grasselli delegato di Cortina Accademia Italiana della Cucina, Enzo Iacopino presidente dell’Ordine Nazionale dei Giornalisti, Armando Massarenti responsabile Domenicale, supplemento de Il Sole 24 Ore, Giancarlo Mazzuca membro del consiglio di amministrazione della Rai, Maurizio Molinari direttore de La Stampa, Massimiliano Montefusco marketing & communication manager di Rds, Andrea Nelson Mauro data journalist, cofondatore dataninja.it, Pierluigi Panza del Corriere della Sera, Michele Partipilo della Gazzetta del Mezzogiorno, Edoardo Pittalis editorialista, già vicedirettore de Il Gazzettino, Marco Pratellesi direttore responsabile della divisione digitale del Gruppo Espresso.

Anche Alessandro Russello direttore de Il Corriere del Veneto, Alberto Sinigaglia presidente dell’Ordine dei Giornalisti del Piemonte, Nicola Sinisi direttore di Radio Rai, Mario Tedeschini Lalli vice responsabile innovazione e sviluppo Gruppo Editoriale L’Espresso, Luca Telese conduttore di Matrix, Elisabetta Tola media training specialist di Google NewsLab per l’Italia, Luca Ubaldeschi vice direttore La Stampa, Bruno Ventavoli responsabile di Tuttolibri, supplemento La Stampa, Vittorio Zambardino ex giornalista di Repubblica.it, collaboratore Wired.it, Giovanni Ziccardi giornalista, avvocato, professore alla facoltà di Giurisprudenza dell’Università degli Studi di Milano. Quest’anno il programma sarà suddiviso in due momenti principali. Al mattino la formazione 2.0, forte della partnership ormai consolidata con Google Italia e grazie al contributo del giornalista del Gazzettino Carlo Felice dalla Pasqua, che prevede, ogni giorno, focus dedicati agli strumenti e alle strategie della comunicazione on line e sui nuovi media.

Al pomeriggio, l’informazione: numerosi momenti di approfondimento aperti al pubblico, dedicati ai grandi protagonisti dei media italiani alle prese con le sfide che affronta chi svolge questa professione in una società in perenne cambiamento. Il diritto all’informazione, la divulgazione culturale, la rivoluzione digitale, le nuove tecnologie sono alcuni dei temi che saranno portati all’attenzione dei partecipanti. Le iscrizioni ai corsi si possono fare sul sito dell’Ordine dei Giornalisti del Veneto. Chi desidera iscriversi a più di 3 seminari (numero massimo permesso dalla piattaforma SIGEF) deve inviare una mail indicando nome, cognome, codice fiscale, ordine di appartenenza, data e titolo degli eventi (eccedenti i tre per cui è possibile iscriversi su SIGEF) a cui ci si vuole iscrivere. In ogni caso sarà possibile iscriversi in loco.

“CORTINA TRA LE RIGHE”: PROGRAMMA