Gara 3 finale playoff, Leonessa frena e Bologna riapre i giochi. Si va a gara 4

0

Finale riaperta. La Centrale del Latte-Amica Natura Brescia non riesce a chiudere i conti in Gara 3 contro la Eternedile Bologna e viene sconfitta 69-60. Il match che ci si aspettava al PalaDozza: Bologna parte fortissimo, spinta dal suo pubblico, e tocca subito anche dieci punti di vantaggio (17-7). La Leonessa, però, risponde all’allungo dei padroni di casa e pian piano ricuce, fino a mettere la testa avanti nel terzo periodo, non trovando quei due-tre canestri del possibile allungo. La Fortitudo, così, esce da un lungo momento di impasse e con Daniel e Montano piazza un parziale di 23-7, arrivando anche a 18 punti di vantaggio, prima che la reazione bresciana tenga aperta la contesa fino a trenta secondi dalla fine. Miglior marcatore per la Leonessa Damian Hollis con 13 punti.

Gara 3 comincia con Candi-Carraretto-Italiano-Raucci-Daniel per Bologna, Fernandez-Alibegovic-Moss-Hollis-Cittadini per Brescia. Raucci infiamma subito il PalaDozza con il primo canestro della partita, ma Alibegovic mette la prima tripla della gara e porta in vantaggio la Leonessa. Daniel e Raucci fanno la voce grossa sotto canestro e firmano il 6-3 Fortitudo, mentre Brescia sbaglia un paio di conclusioni con Cittadini e Moss, consentendo a Italiano e Carraretto di allungare sul 9-3. Timeout obbligato Diana. Che non cambia la situazione: i padroni di casa rendono la vita impossibile a Moss e compagni in attacco e trovano altri due punti con Daniel, allungando sull’11-3 a metà primo quarto. Fernandez rompe l’incantesimo con quattro punti consecutivi intervallati dai due di Italiano, mentre Amoroso e Daniel regalano a Bologna il primo vantaggio in doppia cifra della serata sul 17-7. Hollis e Bruttini si iscrivono alla gara, con Amoroso che tiene avanti i padroni di casa di 8 (19-11). Bushati fa -6 con due liberi a due minuti dalla prima sirena, e sul -6 Brescia si rimane anche dopo i canestri di Amoroso e Bruttini. Dopo il timeout di Boniciolli è ancora Hollis a ricucire sul -4 e a fissare il primo parziale sul 21-17 Bologna.

Amoroso e Bruttini a segno per aprire il secondo parziale, con Carraretto, Italiano e Daniel che piazzano il parziale di 5-0 riallungando sul 28-19 per i padroni di casa. Brescia fa di nuovo fatica in attacco, tra errori al tiro e un paio di falli in attacco. Tutto questo prima che Fernandez metta la tripla del -6 (28-22), ridando fiducia ai suoi. Candi e Moss mantengono invariato il distacco a metà periodo e dopo il timeout di Boniciolli ci pensa Alibegovic a riportare a -4 la Leonessa in contropiede. Adesso è Bologna che non trova più la via del canestro e Moss ne approfitta per firmare il -3 con un libero (27-30). Montano e Amoroso riallungano sul 33-27, con la sensazione che Brescia abbia sprecato una ghiotta chance per riaprire del tutto la gara. Hollis prova a smentirci e riporta comunque i suoi a -4, tenendo apertissima la contesa e fissando il secondo parziale sul 33-29 Bologna.

Alibegovic ci smentisce ancora più del suo compagno e manda a segno il canestro del -2 in apertura di terzo quarto, sbagliando sull’attacco successivo la tripla che avrebbe valso il +1. Ci pensa allora Damian Hollis, a impattare tutto a quota 33, con Bologna a secco in attacco nei primi tre minuti e mezzo della ripresa. Carraretto ci zittisce con la tripla del +3, ma Hollis tiene a contatto la Leonessa con due in jumper (36-35 Bologna a metà periodo). Contatto? Fate pure sorpasso sul 38-36 grazie alla tripla di Alibegovic. Timeout Bologna. Amoroso risponde con la stessa moneta, firmando il controsorpasso bolognese (39-38), prima che Bruttini dalla lunetta porti di nuovo avanti la Leonessa. Autentica battaglia in campo, con Daniel che firma il +1 e il +4 Fortitudo con cinque punti consecutivi, mentre Brescia non manda a segno un paio di canestri importanti, compresi alcuni errori ai liberi. È ancora Daniel, allora, a firmare un altro gioco da tre punti e a riportare a +7 Bologna sul 47-40. Punteggio su cui si chiude il terzo parziale.

Brescia non capitalizza un paio di errori in attacco di Bologna e si trova a dover recuperare 9 punti dopo il canestro di Carraretto. Anzi addirittura 12, dopo i tre liberi consecutivi di Montano, con Brescia a secco in attacco da 5 minuti a cavallo tra terzo e quarto periodo. Dopo un’altra palla persa, Daniel firma il massimo vantaggio bolognese sul 54-42, con Moss che prova a tenere in partita i suoi dall’altra parte. Montano, però, rende praticamente proibitiva la strada della rimonta bresciana con otto punti consecutivi, inframezzati dal canestro di Hollis: Bologna vola a +18 a metà parziale e coach Diana è costretto a chiamare un altro timeout. Cittadini, Bushati e il neoentrato Totè provano ad ammainare la bandiera bianca bresciana, piazzando un parziale di 7-0 (64-53 a 2.30 dalla fine). Bushati e Totè mettono paura alla Fortitudo firmando il -6 Leonessa, prima che Daniel metta la parola fine alla contesa piazzando la tripla del 69-60 a venti secondi dalla fine. Si va a Gara 4.

Eternedile Bologna 69
Centrale del Latte-Amica Natura Brescia 60

Arbitri: Borgo, Nicolini, Foti

Parziali: 21-17; 12-12 (33-29); 14-11 (47-40); 22-20

Eternedile Bologna: Daniel 20, Quaglia, Candi 2, Lamma, Campogrande, Montano 17, Sorrentino, Raucci 4, Carraretto 8, Amoroso 12, Italiano 6. All. Boniciolli

Centrale del Latte-Amica Natura BresciaPassera, Fernandez 7, Cittadini 6, Bruttini 7, Alibegovic 10, Speronello ne, Dell’Aira ne, Moss 5, Totè 7, Bushati 5, Hollis 13. All. Diana.