Delitto Vobarno, arrestato cognato di Dritan Mali. Accoltellato dopo una lite

0

E’ arrivata a un punto fermo l’indagine della procura di Brescia dopo il delitto di Vobarno di ieri. Al primo piano della palazzina in via Prada 15, nella frazione di Carpeneda, un albanese di 37 anni, Dritan Mali, è stato accoltellato all’addome dopo una lite ed è morto sul colpo. E’ successo durante il pomeriggio, mentre nelle ore successive e fino alla tarda notte è stato interrogato Laert Kumaraku, cognato dell’uomo.

Laert, ospite della casa di via Prada, stava pranzando con la sorella Jerina e proprio con l’uomo. A un certo punto, dopo una lite, un coltello da cucina ha trafitto il 37enne. Non è ancora certo chi sia stato, ma intanto il cognato, sentito in caserma, è in stato di arresto. In realtà l’indiziato non ha confessato il delitto, ma ha risposto alle domande degli inquirenti.

Ha detto di aver tentato di difendere la sorella alla quale il marito avrebbe cercato di mettere le mani addosso. La donna è stata portata in ospedale con il fratello del 37enne che ha accusato un malore. La coppia ha un figlio di 8 anni che durante il delitto si trovava a scuola e attualmente è con i parenti.