San Gottardo, inaugurato il traforo ferroviario tra Italia e Svizzera. “Milano e Zurigo più vicini”

0

Oggi, mercoledì 1 giugno, è stata una data importante per la Svizzera, l’Italia, l’Europa, per l’economia delle regioni sul corridoio tra Genova e Rotterdam, ma anche per Milano e Zurigo. E’ stato inaugurato il traforo ferroviario del San Gottardo, un capolavoro tecnico con 57 chilometri di lunghezza e fino a 2.300 metri di profondità nella montagna. Con l’apertura del tunnel ferroviario più lungo del mondo, 17 anni dopo l’inizio dei lavori, proprio Milano e Zurigo saranno ancora più vicine. 30 minuti in meno di viaggio e in 3 ore e mezza che si ridurranno a 3 ore con l’apertura della galleria di base del Monte Ceneri nel 2020 per corse ogni ora (invece di due) tra le due città.

Gli scambi economici, culturali e turistici tra loro, già sviluppati e che si sono rafforzati in questi anni anche grazie alla presenza della città elvetica a Milano durante l’Expo 2015, cresceranno ancora. I rapporti tra le due municipalità, tra gli atenei universitari, le aziende, i poli culturali e i musei, le società di servizi e la crescita costante dei numeri di visitatori da Zurigo a Milano e viceversa aumenterà con questa nuova infrastruttura moderna. “Zurigo e Milano si avvicinano – dice Corine Mauch, sindaco della città svizzera.- La nuova galleria non rappresenta la fine di un progetto ma, speriamo, lʼinizio di molti altri nuovi progetti individuali. Per imprese, istituzioni e privati si aprono ora nuove possibilità per sfruttare le nuove opportunità”.

La rapidità e la comodità del nuovo collegamento renderà la città elvetica una meta sempre più alla portata di tutti. “Siamo felici di accogliere questo nuovo collegamento veloce – aggiunge il direttore di Zurigo Turismo, Martin Sturzenegger.- Grazie a ciò, il nord e il sud della Svizzera saranno più vicini. Ci aspettiamo un incremento nel numero degli ospiti dal Ticino e dall’Italia e Milano diventerà effettivamente la nostra vicina di casa”.