Milano, Acqua Chiarella nelle scuole italiane. Con ActionAid #Dallapartedeipiccoli

0

L’Acqua Chiarella dal Monte Grona del lago di Como sarà in tutte le scuole italiane. L’acqua lombarda sarà, infatti, al fianco di ActionAid per sostenere i progetti per la tutela del diritto all’istruzione e che l’organizzazione realizza in diversi istituti scolastici. Si potrà seguire l’iniziativa anche dai social postando su Instagram e Twitter una foto con una matita colorata e usando l’hashtag #DallaParteDeiPiccoli. Per tre anni, una parte del ricavato proveniente dalle vendite di bottiglie di Acqua Chiarella, chiamata dagli abitanti del Lago di Como “l’acqua buona” per via della sua limpidezza e del giusto equilibrio fra calcio, potassio e magnesio, finanzierà ActionAid per sostenere il suo impegno nelle scuole italiane. Acquistando Acqua Chiarella, proposta in versione frizzante e naturale nelle bottiglie di plastica da 1,5 litri e, in versione naturale, leggeremente frizzante e frizzante in quelle da 1 litro, ognuno contribuirà a supportare ActionAid nella sua azione in favore degli istituti scolastici italiani e del futuro dei giovani.

Gli acquirenti potranno anche aderire al progetto tramite il sito internet dedicato alla partneship e dove avranno la possibilità di effettuare direttamente una donazione e contribuire all’istruzione in Italia. L’ente ha deciso di lavorare con i bambini, i cittadini del domani, sostenendo le scuole nella loro funzione educativa, di riferimento comunitario e partecipazione. L’educazione e la formazione sui temi della solidarietà, diritto al cibo, parità di genere e cittadinanza
attiva spingono i giovani a costruirsi un futuro come cittadini consapevoli dei propri diritti e attenti al bene comune. Le scuole sono interlocutori per la realizzazione di questo obiettivo. Da quest’anno sarà possibile anche grazie al contributo di un’acqua, marchio sin dalle sue origini legato al territorio, che ha deciso di scendere al fianco di ActionAid per il diritto all’istruzione nelle scuole italiane.

“Siamo contenti che l’azienda abbia deciso di supportare i nostri progetti sul diritto all’istruzione in Italia – dice Marco De Ponte, segretario generale di ActionAid.- Con la nostra azione nelle scuole e in particolare con il programma ‘L’Italia del futuro’, ActionAid intende integrare e sostenere l’offerta formativa degli istituti scolastici italiani, cercando di intercettare i reali bisogni dei bambini di ogni singola realtà”. “Abbiamo deciso di supportare ActionAid con un programma triennale perchè crediamo che il futuro si fondi sull’accesso all’educazione per tutti i bambini e i giovani – sottitolinea Anna Giugno presidente di Acque Minerali Val Menaggio SpA che ha voluto questo progetto tutto italiano.- La nostra è sempre stata un’azienda legata al territorio, sin dal 1961, quando abbiamo deciso di mantenere lo stabilimento nel suo luogo di origine, il lago di Como.

Per questo, abbiamo deciso di supportare i progetti di ActionAid nelle scuole italiane, per sostenere la formazione dei giovani sui temi della parità di genere, diritto al cibo e solidarietà”. “Il carattere fortemente innovativo del progetto è desumibile, a mio avviso da tre elementi – aggiunge Andrea Renzo Vaccani responsabile vendite della società.- Innanzitutto il bene primario oggetto del progetto, accessibile per necessità e valore a tutte le fasce di consumo. In secondo luogo, il valore dell’impegno di tre anni assunto dall’azienda e dai suoi consumatori abituali e, infine, come accennato dal nostro presidente, dalla territorialità del progetto e dalle ricadute positive che comporta al consumatore”. In Italia, ActionAid è riuscita a raggiungere oltre 43 mila bambini, ragazzi e le loro famiglie, collaborando dal 2011 con 542 scuole primarie, 145 secondarie e 32 superiori.

E’ presente nelle scuole italiane con tre percorsi ludico didattici sul diritto al cibo e la parità di genere, laboratori e con altre azioni specifiche (interventi di contrasto alla dispersione scolastica, attività extracurricolari di educazione civica e alla legalità, il rispetto dell’ambiente, l’alfabetizzazione finanziaria dei nuclei familiari, la promozione di regimi alimentari sani e sostenibili, la lotta agli sprechi, la mediazione linguistica e l’integrazione culturale) previste dal programma “L’Italia del futuro” portato avanti in alcuni istituti di Napoli, L’Aquila e Reggio Calabria.

BROCHURE DELL’INIZIATIVA