Terrorismo, condannati a sei anni Briki e Waqas. Erano stati arrestati a Manerbio

0

Il tunisino Lassaad Briki e il pachistano Muhammad Waqas sono stati condannati a sei anni di reclusione per terrorismo. La sentenza è stata pronunciata oggi dal giudice del tribunale di Milano dove si è svolto il processo. I due erano stati arrestati nell’estate dell’anno scorso mentre si trovavano a Manerbio, nella bassa bresciana, dove abitavano. Dalle intercettazioni telefoniche era uscito un quadro fatto di pianificazioni di possibili attentati.

Tanto che tra loro parlavano di voler attaccare la base militare di Ghedi. Erano stati anche sorpresi con varie foto pubblicate sui loro profili di Twitter in cui si mostravano davanti al Duomo di Milano e al Colosseo di Roma con messaggi intimidatori.

I giudici hanno così accolto le richieste presentate dai pubblici ministeri Maurizio Romanelli ed Enrico Pavone. Al contrario, i legali dei due imputati avevano chiesto l’assoluzione per non aver commesso il fatto. I due si trovano già da mesi in carcere.