Nuova moschea a Brescia, Bordonali (Lega): “Sono già sette. Bisogna chiuderle, non aprirne altre”

0

“Quando il sindaco di Brescia e i suoi impalpabili assessori si muovono, fanno solo danni. Bisognerebbe spiegare alla giunta bresciana che le moschee in città vanno chiuse, visto che ce ne sono già almeno sette, e non aperte, tra l’altro con fondi di dubbia provenienza. La Lega Nord è pronta a dare battaglia se il sindaco non farà marcia indietro”. E’ il commento dell’assessore lombardo alla Sicurezza, Immigrazione e Protezione civile Simona Bordonali dopo la visita di ieri in via Corsica a Brescia per l’inaugurazione del parcheggio della moschea.

Era presente anche il fratello di un emiro del Qatar per parlare della volontà di aprire nuove moschee in Italia attraverso vari finanziamenti e trovare spazi più adeguati a Brescia. “Del Bono abbia il coraggio di dire in quale zona della città vuole costruire la moschea e noi saremo pronti a raccogliere le firme per un referendum consultivo dei residenti, come previsto dalla legge regionale sui luoghi di culto. Gli islamici devono scegliere un referente unico e credibile e siglare un accordo con lo Stato italiano, visto che è l’unica comunità religiosa a non averlo ancora fatto.

L’accordo deve riconoscere la parità di diritti tra uomo e donna, garantire che le donne non indossino velo integrale e non vengano sottoposte a mutilazioni genitali, rinnegare i matrimoni poligamici, rinnegare totalmente qualsiasi giustificazione al terrorismo e deve accettare la presenza di simboli cattolici negli edifici pubblici. Fino ad allora bisogna impedire l’edificazione di qualsiasi moschea sul nostro territorio”.