Concesio, “Giornata del riuso” in via Rodolfo. Quando il rifiuto torna utile

0

Il Comune di Concesio, con Aprica e il Comitato di Solidarietà di San Vigilio, torna a proporre le “Giornate del riuso” dopo il successo della scorsa edizione e previste dal progetto “Riduciamo i rifiuti a Concesio”. Si tratta di modi intelligenti per scambio di oggetti non più utilizzabili, ma ancora in buono stato e funzionanti, allungandone la vita e contribuendo a ridurre la produzione di spazzatura. Quest’anno sono state programmate due giornate dedicate, una in primavera e l’altra in autunno. La prima si terrà sabato 21 maggio dalle 9 alle 12 e dalle 14 alle 18 nella palestra dell’ex centro culturale in via Rodolfo da Concesio 3. Quello autunnale, invece, sarà sabato 8 ottobre negli stessi orari.

Gli oggetti potranno essere portati e preso in palestra dai cittadini residenti a Concesio e dovranno essere integri, in buono stato e puliti. Non saranno consentiti beni rotti, danneggiati o sporchi. All’ingresso gli utenti verranno identificati da un addetto e registrando il tipo e numero degli oggetti in entrata, verificando il funzionamento, buono stato e la pulizia. Per ogni oggetto al cittadino verrà consegnato un tagliando “spendibile” non solo in quella giornata ma, nel caso in cui non fossero presenti oggetti utili o di gradimento, anche in quella di ottobre. Poi i cittadini potranno scegliere eventuali oggetti e in base al numero dei tagliandi che hanno ricevuto. Possono essere portate diverse categorie di oggetti.

Dagli accessori per la casa ai libri, riviste e fumetti, piccoli elettrodomestici funzionanti, abbigliamento e accessori, giochi per bambini, attrezzature per disabili, attrezzi ginnici e sportivi, arredi per bagno, componenti da giardino e arredo, stoviglie e tegami, accessori da ufficio e per auto e moto, musica e film, biancheria per la casa e hobbystica. Per i beni ingombranti (mobili e frigoriferi) verrà allestita una bacheca per affiggere fotografie e descrizione. “E’ necessario metterci bene in testa – spiega l’assessore all’Ambiente e Lavori pubblici Giampietro Belleri – che il miglior rifiuto è il rifiuto che non si produce e queste giornate sono finalizzate proprio alla riduzione dei rifiuti prodotti.

Un oggetto che non serve più, può servire ad altri invece di esser avviato al ciclo della spazzatura (con i costi di smaltimento) e, quindi, queste giornate sono pensate per proporre una vetrina di scambio. Infine, se da una parte si registrano notevoli risultati sul lato del recupero e riciclaggio dei rifiuti – conclude l’assessore – sull’altro fronte è necessario evidenziare un aumento della loro produzione, come d’altronde più o meno in tutta Europa, che però contrasta con l’attuazione di un concreto progetto di sviluppo sostenibile”.

PROGRAMMA DELLE GIORNATE