Brescia, dal 25 maggio in Ats nuovo corso di pet-therapy con Caritas San Martino

0

Lo scorso aprile l’Agenzia di Tutela della Salute (ex Asl) di Brescia ha sottoscritto con la Fondazione Opera Caritas San Martino un protocollo d’intesa per promuovere iniziative di interventi assistiti con gli animali. La collaborazione punta a percorsi di formazione professionale per abilitare gli operatori a svolgere terapia, educazione o attività assistite e a strutturare progetti di pet-therapy. Per la Fondazione, la formazione di professionalità spendibili sul mercato del lavoro risponde alla necessità di promuovere un sostegno all’occupazione, nell’ambito delle iniziative di “Mano Fraterna” e in vista dei progetti in corso in campo agricolo.

L’Ats di Brescia, per raggiungere gli obiettivi condivisi con la Fondazione, nel protocollo mette a disposizione il proprio bagaglio di esperienza e professionalità presenti nella sua organizzazione. Questa intesa si inserisce nel percorso decennale di promozione delle attività di pet-therapy come strumento terapeutico di supporto in cui la relazione con l’animale rappresenta un’opportunità di offrire alle persone fragili, stimoli e contributi al cambiamento, riducendo la sintomatologia attraverso l’approccio multidisciplinare di operatori con diverse qualifiche. Il prossimo intervento formativo propedeutico per gli interventi assistiti con gli animali, predisposto secondo quanto previsto dalle linee guida nazionali e regionali, si terrà dal 25 maggio all’Ats di Brescia.

I partecipanti potranno acquisire competenze di base nella progettazione degli interventi assistiti con gli animali e comprendere il ruolo delle figure professionali e degli operatori coinvolti. Per informazioni si può visitare il sito internet. La conclusione del corso, per 21 ore, sarà il 9 giugno. Il 12, in occasione dell’inaugurazione dei progetti “… a passo d’asino” e “rete agrosolidale” della Caritas di Brescia e Fondazione Opera Caritas San Martino, verranno consegnati i diplomi in via Lumetti 5 a Coccaglio con il direttore generale Carmelo Scarcella.