Berzo Inferiore, carabinieri seguono spacciatore e trovano 2,5 chili di eroina. Tre arresti

0

Venerdì scorso in località Gualì a Berzo Inferiore, in Valcamonica, durante un servizio di controllo, i carabinieri di Artogne e quelli del Nucleo Operativo e Radiomobile della compagnia di Breno hanno arrestato in flagrante per detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti tre persone. Si tratta di un 47enne italiano, residente a Berzo Inferiore e pregiudicato e un 41enne tunisino residente a Rovellasca, nel comasco e un 40enne tunisino, residente anche lui a Rovellasca e pregiudicato.

Tutti e tre nullafacenti. Dopo varie perquisizioni personali e in auto sono stati trovati con cinque panetti da 2,5 chili di eroina, quattro telefoni cellulari, tre bilancini di precisione, vario materiale per confezionare la droga e 530 euro in contanti ritenuti provento dell’attività illecita. L’italiano, già conosciuto da lungo tempo per essere un punto di riferimento dello spaccio in valle, era stato visto aggirarsi all’alba in una zona poco abitata e quindi le forze dell’ordine hanno deciso di tenerlo sotto controllo facendo intervenire agenti in borghese.

Poco dopo sono giunti i suoi complici tunisini e si è deciso di intervenire nella zona in cui si erano appartati. Qui è stata trovata l’ingente quantità di droga. Gli arrestati sono stati portati in carcere e martedì si sono visti convalidare il fermo. Per tutti e tre è stata disposta la misura cautelare in carcere.